lunedì - 27 Giugno 2022
More

    Avellino, inquinamento ai valori massimi scatta l’ordinanza del sindaco Festa

    Ultime Notizie

    Avellino, tasso d’inquinamento elevato con i valori massimi, scatta l’ordinanza del sindaco Gianluca Festa 

    Avellino è tra i territori più inquinati, il capoluogo più inquinato del Mezzogiorno.

    - Advertisement -

    La città di Avellino, rischia di finire tra le zone in procedura di infrazione dell’Unione Europea.

    Avellino sindaco gianluca festa
    Gianluca Festa

    Il sindaco di Avellino Gianluca Festa interviene con un’ordinanza che, fino al 30 aprile 2022, dispone:

    1. In tutto il territorio comunale la temperatura negli ambienti di vita riscaldati non deve superare i seguenti valori massimi:

    • 19°C (+2°C di tolleranza) negli edifici adibiti a residenza ed assimilabili (E1), a uffici ed assimilabili (E2), ad attività ricreative e di culto e assimilabili (E4), ad attività commerciali ed assimilabili (E5) ad attività sportive (E6);
    • 17°C (+2°C di tolleranza) nei luoghi che ospitano attività industriali ed’artigianali ed assimilabili (E8). Sono esclusi dalle limitazioni di cui al presente comma, ospedali, cliniche e case di cura e assimilabili (E3), edifici adibiti ad attività scolastiche a tutti i livelli e assimilabili (E7).

    2. In tutto il territorio comunale sono vietate tutte le combustioni all’aperto (falò, barbecue, fuochi d’artificio, ecc.).

    3. In tutto il territorio comunale è disposto il divieto di spandimento dei liquami zootecnici, ad esclusione di quello effettuato con la tecnica di interramento immediato dei liquami e con iniezione diretta al suolo.

    4. Su tutto il territorio comunale, nelle unità immobiliari comunque classificate (da El a E8), è fatto divieto di utilizzo di generatori di calore alimentati a biomassa legnosa (legna, pellet, cippato, ecc), in presenza di impianto di riscaldamento alternativo, con classe di prestazione emissiva inferiore alla classe 3 stelle (cosi come definite dal Decreto del Ministero dell’Ambiente n. 186 del 7 novembre 2017) e nei focolari aperti che possono funzionare aperti.

    Nei generatori di calore funzionanti a pellet è fatto comunque obbligo di utilizzare pellet certificato da un Organismo di certificazione accreditato, conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17255-2:2014.

    Questa una parte del contenuto dell’ordinanza del sindaco Festa, l’ordinanza integrale è scaricabile e visionabile sul sito ufficiale del Comune di Avellino

    Qual è la definizione di inquinamento atmosferico?

    L’inquinamento atmosferico è la presenza nell’atmosfera terrestre, di agenti fisici (come il carbonioso), chimici (come gli idrocarburi) e inquinanti biologici (come per esempio l’antrace) che modificano le caratteristiche naturali atmosferiche causando un effetto dannoso su esseri viventi e ambiente. Si tratta di solito di agenti che di solito non sono presenti nella normale composizione dell’aria, oppure lo sono, ma ad un livello di concentrazione inferiore.

    Gli agenti possono svolgere, associandosi, un’azione sinergica, anche se appartengono a classi diverse. Un particolato (agente fisico), per esempio, può avere effetti anche per la sua composizione chimica e per l’adesione superficiale ad esso di allergeni biologici.

    Quali sono i principali inquinanti dell’atmosfera?

    In questa lista elenchiamo i principali inquinanti dell’atmosfera.

    • Ossidi di azoto;
    • dello zolfo (SO2 e SO3);
    • ossidi del carbonio (CO e CO2);
    • composti organici volatili: idrocarburi aromatici mono e policiclici ed alogenuri organici come i freon;
    • ozono;
    • radicali liberi;
    • piombo e altri metalli pesanti;
    • particolato.

    Inquinamento atmosferico: cause

    L’inquinamento atmosferico è causato dalla diffusione nell’atmosfera di gas e polveri sottilissime. Le principali fonti di inquinamento aria sono le attività industriali, gli impianti per la produzione di energia, gli impianti di riscaldamento e il traffico che sono tutte attività dell’uomo. L’inquinamento ha dunque soprattutto cause antropiche.

    Quindi, una delle cause dell’inquinamento è prima di tutto l’industrializzazione. L’inquinamento in Italia è una delle emergenze fondamentali. Purtroppo questo rischio riguarda l’intero pianeta.

    L’inquinamento atmosferico: cos’è e cosa provoca

    Qual è la causa principale dell’inquinamento atmosferico? Secondo gli studi a disposizione il 75% dell’inquinamento outdoordell’atmosfera sarebbe prodotto dalla lavorazione e dall’uso dei combustibili fossili.

    Ll’inquinamento nel mondo, e le cause dell’inquinamento risiedono nella scarsa attenzione anche in ordine al consumo dei combustibili fossili.

    Le aree più colpite sono le grandi aree urbane dove si concentrano industrie, traffico e riscaldamento.

    Il fenomeno dello smog (dall’unione delle due parole inglesi smoke “fumo” e fog “nebbia”) è una conseguenza dell’inquinamento atmosferico nei centri urbani. Si tratta di una sorta di fumo acido, ricco di polveri e di gas irritanti, che in inverno si pone come una cappa negli strati bassi dell’atmosfera.

    Quindi, tra le principali fonti di rilascio di inquinanti nell’atmosfera si annoverano gli impianti chimici industriali, gli inceneritori, i motori a scoppio degli autoveicoli, le combustioni in genere.

    Gli inquinanti hanno un ruolo in molte patologie a carico dell’apparato polmonare, cardiocircolatorio e del sistema immunitario.

    Latest Posts