Avellino-Juve, 28 dicembre 1980: 40.000 napoletani tifarono per i Lupi



0
Avellino

La partita si giocò al «San Paolo» per l’inagibilità del «Partenio», causata dal terremoto di appena un mese prima. L’Avellino pareggiò con Piga all’85º

Domenica 28 dicembre 1980, 38 anni fa, l’Avellino Calcio pareggiò 1-1 contro la Juventus (che quella stagione avrebbe vinto lo scudetto) alla 12ª giornata del campionato di Serie A 1980-1981.

Fu la seconda e ultima gara giocata al «San Paolo» di Napoli (dopo l’1-0 rifilato al Catanzaro) per l’inagibilità dello stadio «Partenio», causata dal catastrofico terremoto che distrusse l’Irpinia appena un mese prima.

40.000 napoletani, così, offrirono il proprio sostegno caloroso ai tifosi e ai giocatori biancoverdi, soprattutto per la storica rivalità dei partenopei con La vecchia Signora.Avellino

Mentre nel primo tempo i bianconeri spadroneggiano andando in vantaggio al 31º con il tap-in vincente di Fanna sulla respinta di Tacconi, nella ripresa l’Avellino, squadra emblematica per il suo coraggio, attacca fino a pareggiare.Avellino

85º minuto, Valente scambia con Vignola e crossa al centro, il “tamburino sardo” Mario Piga insacca di testa a fil di palo e batte Zoff.Avellino

Queste le formazioni che scesero in campo:

AVELLINO CALCIO: Stefano Tacconi, Paolo Beruatto, Sergio Giovannone, Franco Ipsaro Passione (dal 16º s.t. Beniamino Vignola), Cesare Cattaneo, Salvatore Di Somma, Mario Piga, Pellegrino Valente, Guido Ugolotti, Antonino Criscimanni, Jorge Juary.

In panchina: Nicola Di Leo, Massimo Venturini, Giuseppe Massa, Giorgio Repetto.

Allenatore: Luís Vinício.Avellino

JUVENTUS: Dino Zoff, Antonello Cuccureddu, Antonio Cabrini, Giuseppe Furino, Claudio Gentile, Gaetano Scirea (dal 19º s.t. Cesare Prandelli), Franco Causio, Marco Tardelli, Roberto Bettega, Liam Brady, Pietro Fanna.

In panchina: Luciano Bodini, Carlo Osti, Vinicio Verza, Domenico Marocchino.

Allenatore: Giovanni Trapattoni.

Arbitro: Gianfranco Menegali di Roma.Avellino

Leggi anche:

Leggi anche