Avellino, l’autostazione “infinita” in arrivo un nuovo debito



0

Il Tar condanna il Comune di Avellino per il mancato  esproprio sulla strada dell’Autostazione, in arrivo nuovo debito

Dal 2005, ad Avellino l’ente di Piazza del Popolo, non ha mai pagato i proprietari del suolo.

Il tribunale sentenzia : o si provvederà all’acquisto dell’area o dovrà essere restituita, ripristinandola allo stato in cui si trovava prima dei lavori per la creazione dell’Autostazione ad Avellino. 

Precisamente, la zona contesa è quella tra via Moccia e via Pescatore. Quindi il Comune di Avellino, sarà costretto ad acquistarla per poter ultimare il progetto iniziale.

Il Tar di Salerno, condanna il Comune di Avellino, ad acquisire il bene o eventualmente a restituirlo ai legittimi proprietari.

L’ area da acquisire è di 600mq, dove venne realizzata la rotatoria per unire le due strade di servizio per collegarle all’autostazione.

Per un decennio, il Comune non ha mai provveduto ad espropriare la zona suddetta, facendo nascere un contenzioso tra i legittimi proprietari e l’ente.

Portando il Tar fino alla recente sentenza, che ha condannato la condotta del Palazzo di Città. 

Entro 90 giorni, il Comune, sarà costretto dalla notifica, a seguito della sentenza a decidere se acquisire o restituire il terreno.

Se dovesse decidere per l’acquisizione del terreno, il  Comune dovrà corrispondere entro 30 giorni al proprietario il valore venale del bene. Come indennizzo per il pregiudizio non patrimoniale,

liquidandolo nella misura del dieci per cento dello stesso valore venale.

Maggiorato dall’interesse legale, e in entrambi i casi dovrà corrispondere una liquidazione. E sarà pari al cinque per cento annuo sul valore del bene, per l’occupazione di  tutto il periodo che ne ha usufruito senza alcun titolo.

Il Comune di Avellino, si ritrova con un nuovo debito fuori bilancio, accumulato ad espropri non pagati negli anni precedenti.

Nel pieno del Predissesto, il Comune di Avellino, si ritroverà a far fronte ad un altro debito fuori bilancio. 

Dal quale oggi non potrà più sottrarsi, ma che dovrà portare ad una conclusione. Se volesse completare il progetto iniziale,

e finalmente dare vita a quell’Autostazione ad Avellino che non è mai terminata, per i suoi innumerevoli problemi irrisolti.

Leggi anche: da domani parte lo spostamento delle corse Air

Leggi anche