domenica - 5 Dicembre 2021
More

    Avellino, l’Uds in sciopero il 13 novembre

    Ultime Notizie

    Mancano pochi giorni alla data dello sciopero nazionale degli studenti e delle studentesse del 19 novembre. L’Uds, in qualità di sindacato studentesco, lancia un’assemblea pubblica in vista dell’attivazione che si terrà anche ad Avellino tra una settimana.

    L’assemblea dell’Uds è convocata sabato 13 novembre alle ore 17:00 presso lo spiazzale dell’ex Cinema Eliseo, in via Roma, 1. In caso di condizioni meteorologiche sfavorevoli, è presa in considerazione come alternativa la Sede Arci vicino all’Ufficio Scolastico provinciale, in via G. Marotta, 14.

    - Advertisement -

    “La scelta del luogo per lo svolgimento dell’assemblea non è casuale” -spiega Chiara Mariconda, coordinatrice di Uds Avellino- “L’ex Cinema Eliseo è un luogo simbolico, perché è uno degli spazi che rivendichiamo. I dati dimostrano che Avellino non è una città a misura di giovane, al contrario è una città che non offre opportunità di formazione e di socialità alternativa e che di conseguenza spinge molti giovani ad abbandonare la propria terra. Nella nostra città sono altissimi i numeri riguardo al fenomeno della fuga dei cervelli: l’Istat rivela che dal 2002 al 2020 sono 17024 i giovani avellinesi emigrati e dal 2008 al 2020 si registra un aumento della disoccupazione giovanile del 10%. Per contrastare questi fenomeni, bisogna dare ai giovani delle motivazioni reali e concrete per restare: noi chiediamo con forza la riappropriazione di spazi pubblici, come appunto l’Eliseo, che anzichè essere luoghi abbandonati e spesso vittime di atti vandalici, potrebbero costituire una risorsa per la città”.

    “L’assemblea sarà fondamentale per confrontarci sui nostri ideali e arrivare preparati all’attivazione del 19 novembre” -aggiunge Anita Maglio, responsabile organizzazione di Uds Avellino- “Il nostro slogan La scuola agli studenti, la città ai giovani è esplicativo della battaglia che stiamo portando avanti ormai da mesi: vogliamo essere i protagonisti di un nuovo modello di scuola, accessibile e innovativa, e di nuovo modello di società, vicina alle esigenze dei giovani e aperta alle loro istanze. Gli argomenti dell’assemblea sono svariati: la rivendicazione che puntiamo ad amplificare attraverso la scelta del luogo dell’assemblea è quella dell’urgenza di rivitalizzare e tenere in gestione spazi per i giovani e di offrire loro opportunità di socialità alternativa e formazione; ancora si tratterà di sicurezza, dunque della necessità di utilizzare mezzi di trasporto pubblico efficienti e non sovraffollati e di seguire le lezioni in edifici sicuri, ecosostenibili e in linea con le attuali norme sismiche; ancora ci esprimeremo su due tematiche volte a rendere la scuola un ambiente inclusivo e accogliente, ossia quella del benessere psicologico e della scuola transfemminista”.

    “Tutte le nostre rivendicazioni convergono in un unico battaglia, quella nazionale e regionale” -conclude Maria Chiara Della Pace, responsabile comunicazione di Uds Avellino- “il diritto allo studio: nonostante la Costituzione sancisca il carattere egualitario della scuola pubblica, nei fatti spesso la scuola che frequentiamo è intrinsecamente privata e, a causa della crescente discriminante economica, alimentata dai costi dei libri, dei devices tecnologici, dei trasporti, a carico dello studente e della sua famiglia, una pari formazione non è garantita a tutti. Per ricostruire la scuola e la società dalle fondamenta è necessaria l’unione e la collaborazione di tutti, per questo consideriamo fondamentale il momento dell’assemblea pubblica del 13 novembre”.

    CONTINUA SU AVELLINO ZON

    Latest Posts