AVELLINO, UNA DELLE CITTÀ DOVE MANGIARE LA PIZZA PIÙ BUONA D’ITALIA

0
avellino

Nella top 10 delle migliori città italiane dove poter degustare un’ottima pizza, Avellino occupa un posto centrale in classifica

Infatti il capoluogo irpino è al quinto posto tra le prime dieci città dove mangiare la migliore pizza in Italia. Il primato indiscusso spetta alla capitale partenopea, dove la pizza napoletana è, da circa un anno, patrimonio dell’Umanità. Sempre ad Avellino è presente una delle migliori dieci pizzerie d’Italia nella top 10 proposta da Tripadvisor, si tratta della pizzeria “Erreclub” di Carmine Ragno.

La pizza è uno dei simboli dell’Italia nel mondo. Prodotta in Campania per la prima volta a Napoli, la pizza marinara risale al 1734, è stata esportata ovunque. Apprezzata e amata da bambini e adulti, la pizza, si presenta in varie forme e gusti e soddisfa molti palati.avellino

La classica pizza margherita, la pizza per antonomasia, è stata ideata in occasione della visita a Napoli della regina Margherita di Savoia. Esattamente nel giugno 1889, per onorare la regina d’Italia, il cuoco Raffaele Esposito preparò la “Pizza Margherita”, una pizza condita con pomodori, mozzarella e basilico, per rappresentare i colori della bandiera italiana.

La pizza è un piatto completo dal punto di vista nutrizionale, che può costituire un ottimo piatto unico.

È fonte di energia a lento rilascio, grazie ai carboidrati complessi contenuti nell’impasto. L’olio extravergine d’oliva apporta preziosi acidi grassi monoinsaturi, tra cui l’acido oleico e vitamine, in modo particolare la vitamina E.

La mozzarella fornisce proteine di origine animale e calcio. Il pomodoro, infine, contiene vitamine, fibre, sali minerali e un potente antiossidante naturale, il licopene, che riduce i danni causati dai radicali liberi.

COME PREPARARE LA PIZZA ANCHE A CASA

INGREDIENTI

1kg di farina
½ litro di acqua
Un cubetto di lievito di birra
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino colmo di sale
60 gr. di strutto o olio extravergine d’oliva

PROCEDIMENTO

Predisporre la farina “a fontana”, aggiungere dunque il lievito fatto sciogliere in acqua e zucchero, per attivare la lievitazione. Iniziare ad impastare ed aggiungere l’olio, in ultimo il sale. Impastare energicamente fino ad ottenere un panetto morbido. Lasciare lievitare almeno 2 ore. Preparare la pizza in teglia e condirla guarnendola a seconda dei gusti, infornare in forno ben preriscaldato A 220°, cuocere per circa 15 minuti.
Il segreto per una pizza margherita da favola è aggiungere la mozzarella solo a metà cottura.