Avellino, perquisizione a casa del sindacalista indagato



0
Avellino

Dopo il servizio andato in onda a “Striscia la Notizia”, lunedì 30 ottobre, i Carabinieri di Avellino hanno perquisito la casa del sindacalista della Cisl di Avellino, Antonio Perillo, dedito alla pratica “vendita diplomi”

Il servizio dell’inviato Luca Abete andato in onda su canale 5 ha provocato un vero e proprio terremoto nell’ambito del sindacato Cisl Irpinia Sannio di Avellino. I vertici del sindacato Cisl si sono dichiarati estranei alla vicenda e ignari dell’operato di Antonio Perillo, ex collaboratore in pensione, attualmente presente soltanto per assicurare un contributo allo smaltimento delle numerose pratiche per il concorso ATA. Pertanto il sindacato si è costituito parte civile, essendo parte lesa, ed ha quindi chiesto di procedere contro Perillo.

Avellino

La Procura di Avellino ha così aperto un’inchiesta ed ha autorizzato i Carabinieri ad effettuare un sopralluogo nella sede Cisl in via Carlo Del Balzo e nell‘abitazione del sindacalista indagato. A seguito di ciò sono state rinvenute documentazioni utili per le indagini. Il Ministro della Pubblica Istruzione Fedeli ha disposto, da Avellino a Roma, accertamenti sulle istanze di partecipazione al concorso ATA arrivate tra il 30 settembre e il 30 ottobre. Si cerca anche di risalire alla scuola di formazione che rilasciava diplomi falsi dietro corresponsione di un pagamento.

 

Leggi anche