Vincenzo Frustaci presenta “Il secolo lungo di Carlo Muscetta” ad Avellino

0
Avellino

Martedì 13 giugno, alle 17:00, presso il Circolo della Stampa di Avellino, si terrà la presentazione del libro “Il secolo lungo di Carlo Muscetta. Le carte, le lettere e i libri” di Vincenzo Frustaci

Martedì 13 giugno 2017, presso il Circolo della Stampa, in Corso V. Emanuele, ad Avellino, a partire dalle ore 17:00, avrà luogo la presentazione del libro “Il secolo lungo di Carlo Muscetta. Le carte, le lettere e i libri” di Vincenzo Frustaci (Viella, 2016, Carte scoperte. Collana dell’Archivio Storico Capitolino).

Ne discutono con l’autore: Nunzio Cignarella vice presidente Centro Dorso, Mario De Prospo ricercatore Centro Dorso, Nuccio Ordine Università della Calabria. Coordina Paolo Speranza Cinema Sud.

La pubblicazione dell’inventario dell’archivio di Carlo Muscetta, conservato a Roma, presso l’Archivio storico capitolino, costituisce una nuova occasione, per il Centro Dorso, custode della biblioteca di Carlo Muscetta (aperta alla pubblica consultazione), per ripercorrere l’itinerario culturale, civile e politico di un figlio illustre di Avellino, uno dei massimi esponenti della cultura italiana del ’900, discepolo ideale di Francesco De Sanctis, erede dell’insegnamento politico e meridionalistico di Guido Dorso.

L’incontrosi propone di aggiungere un nuovo tassello a un percorso di ricerca e di approfondimento, che ha visto il Centro Dorso impegnato costantemente, a partire dalla tavola rotonda del 2004, su “Passione e ideologia. Carlo Muscetta e la letteratura”, tenutasi in occasione della inaugurazione della biblioteca, per proseguire con il convegno nazionale,organizzato nel 2005, e seguito dalla pubblicazione degli Atti (“Ritratto di Carlo Muscetta”), fino alla lezione di Alberto Asor Rosa del gennaio 2015, vera “lectio magistralis”, anch’essa pubblicata per i tipi del Centro Dorso, e alla lettura in pubblico, nell’estate dello stesso anno, della sua “Erranza”, “libro di memorie in forma di lettere”.

La presentazione del volume curato da Vincenzo Frustaci, pubblicato nella collana dell’Archivio storico capitolino, costituisce inoltre un momento di condivisione e di scambio non episodico tra i due Istituti, offrendo non solo la possibilità di ricongiungere idealmente le carte e i libri di Carlo Muscetta, ma consentendo anche di riannodare il dialogo tra Muscetta e Guido Dorso, contribuendo a ricostruire le vicende e le personalità dei due interlocutori.