Avellino, scambio di neonate: caos in una clinica



0
ariano irpino

Un braccialetto scambiato e scoppia il caos in una nota clinica di Avellino

Alla Clinica Malzoni di Avellino c’è stato un caso che fa pensare al film “Il 7 e l’8” di Ficarra e Picone ma fortunatamente tutto si è risolto prima che le bambine scambiate nella culla diventassero grandi.

La notizia è di un paio di giorni fa: una coppia di neogenitori, arrivata a casa con la propria “cucciola”, al momento dell’allattamento, si è resa conto che vi era un’incongruenza tra i braccialetti madre-figlia in quanto presentavano un numero differente. La coppia sconvolta si è precipitata in clinica per ricevere le dovute spiegazioni.

In clinica, allertati dai neogenitori, sono intervenuti gli Agenti della sezione Volanti della Polizia di Stato, guidati dal Vice Questore Elio Iannuzzi, che accertato lo scambio, hanno disposto la restituzione della bambina “giusta” alle due madri che hanno presentato denuncia nei confronti della Clinica.

Il Primario dott. Angelo Izzo ha ammesso l’errore umano commesso, sottolineando che si tratta di un fatto increscioso che non può e non deve succedere. In 61 anni di attività non si è mai verificata una cosa del genere all’interno della struttura sanitaria a testimonianza che l’accaduto è frutto di una disattenzione umana che non dovrà mai più ripetersi.

Leggi anche