Avellino: scuole aperte domani, l’allerta meteo scende di grado giallo



0
Avellino
Il sindaco di Avellino Gianluca Festa

Arrivano aggiornamenti da parte del sindaco Gianluca Festa: l’allerta meteo scende di grado, scuole aperte nella giornata di domani

Numerosi i disagi registrati su tutto il territorio campano in questa prima domenica di novembre. Il maltempo non ha risparmiato l’Irpinia, diverse sono state le segnalazioni arrivate al centralino del comando provinciale dei Vigili del Fuoco.

Allagamenti, smottamenti, fiumi straripati, guasti elettrici, colate di fango e detriti hanno messo in ginocchio una provincia impreparata a far fronte un’emergenza climatica sempre più presente.

Intanto arrivano i primi aggiornamenti da parte del Sindaco di Avellino, Gianluca Festa, riunito con la giunta e la macchina comunale.

In seguito ai controlli effettuati sul territorio, si è deciso tenere le scuole aperte per la giornata di domani, lunedì 4 novembre. L’allerta meteo scende di grado giallo.

“Siamo stati a via Tufarole, via Fontanatetta, via Francesco Tedesco, zona Quattrograna ovest, Rampa San Modestino, Fossa Santa Lucia per verificare lo stato dell’arte, al momento visto anche il bollettino meteo che ci consegna una criticità gialla e non più arancione, le scuole rimarranno aperte. Chiaramente rimaniamo sul pezzo, seguiremo da vicino l’evoluzione delle condizioni metereologiche e all’occorrenza interverremo – queste le parole del primo cittadino rilasciate tramite un video postato sulla sua pagina Facebook (qui).

Avellino

Cosa significa Allerta Meteo Gialla?

L’allerta meteo di grado giallo è un’avviso di ordinaria criticità diramata dalla Protezione Civile in caso di fenomeni meteo localizzati e intensi o diffusi non intensi anche persistenti. Quali sono gli scenari?

  •  Possibili isolati fenomeni di erosione, frane superficiali, colate rapide detritiche o di fango;
  • limitati fenomeni di alluvionamento nei tratti montani dei bacini a regime torrentizio;
  • repentini innalzamenti dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori (piccoli rii, canali artificiali, torrenti) con limitati fenomeni di inondazione delle aree limitrofe;
  • fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione acque, scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali;
  •  occasionali fenomeni franosi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili.

(Fonte meteo.it)

LEGGI anche: Legambiente: “Basta con la Campania della paura e delle emergenze”

LEGGI anche: Avellino: continua l’allerta meteo, scuole chiuse e disagi in diversi comuni

Leggi anche