Avellino, al via i seminari di “Tutta Salute!” dell’Associazione Pabulum



0
Avellino

Ad Avellino al via i seminari di “Tutta Salute!” dell’Associazione Pabulum dedicati alla prevenzione, alla salute e al miglioramento dello stile di vita. Primo appuntamento domenica 26 marzo

Avellino – Da domenica 26 marzo, ore 16:30, iniziano i seminari di “Tutta Salute!” nella sede dell’Associazione Pabulum in piazza Aldo Moro n°12. L’iniziativa, promossa dall’Associazione e patrocinata dal Comune di Avellino, dal Consiglio Regionale della Campania e dall’Ordine Nazionale dei Biologi, ha lo scopo di informare i cittadini sulle tematiche della prevenzione, della salute e sul miglioramento dello stile di vita.

Il primo seminario dal titolo “Dieta Mediterranea: strumento di prevenzione primaria e secondaria”, tenuto dalle biologhe nutrizioniste Katya Tarantino e Giulia Corrado, nasce con l’obiettivo di informare e sensibilizzare la popolazione sull’importanza di prendersi attivamente cura di sé, partendo dall’alimentazione e da uno stile di vita virtuoso.

Avellino“Numerosi studi epidemiologici multicentrici osservazionali hanno messo in relazione il pattern alimentare Mediterraneo con lo stato di salute e con la longevità delle popolazioni studiate” – afferma Katya Tarantino, Presidente dell’Associazione – “I dati emersi concordano nell’attribuire a questo pattern alimentare la capacità di ridurre significativamente il rischio di mortalità per qualunque causa, con particolare riguardo alle malattie cerebro-vascolari e cardio-vascolari, ai tumori e ad altre importanti patologie cronico-degenerative.”

Il secondo seminario dal titolo “Tutta mammella!” avrà lo scopo di informare la popolazione sulle novità tecnologiche in ambito senologico, sulle modalità di prevenzione personalizzata e sulle principali indicazioni degli esami. Ilseminario, tenuto dalla dr.ssa Graziella Di Grezia, radiologo, vedrà due interventi ultraspecialistici: la dr.ssa Alessia Di Rito, radioterapista che tratterà l’argomento delle terapie radianti nelle pazienti operate e il dr. Vincenzo Prisco, psichiatra che si occuperà dell’approccio psicooncologico alla malattia.

Leggi anche