Nella giornata di chiusura della campagna elettorale del Movimento 5 Stelle nella città di Avellino con l’arrivo del vice premier Luigi Di Maio, anche i deputati e senatori irpini 

Questa mattina si è chiusa la campagna elettorale del Movimento 5 Stelle nella città di Avellino, che vede candidato in una lista unica Vincenzo Ciampi.

Ad attendere l’arrivo del capo politico dei penta stellati Luigi Di Maio c’erano i deputati irpini: Carlo Sibilia, Generoso Maraia, Michele Gubitosa e Maria Pallini, con il senatore Ugo Grassi.

Proprio Sibilia ha commentato la nuova forma di governo dichiarando questo un atto per risolvere ciò che gli altri partiti hanno non hanno fatto. Come ad esempio le vertenze che riguardano il mondo del lavoro.

“Siamo qui – ha affermato Sibilia – anche per dare il nostro sostegno a Vincenzo Ciampi per permettere anche a questa città di cambiare. Il nostro obiettivo è quello di dare il massimo possibile senza secondi fini, senza sistemare amici, parenti, amanti.

Oppure far fallire la cultura in questa città. La città di Avellino ha subito dei danni incredibili sulla cultura, guardate chi erano i presidenti della commissione cultura, guardate il teatro in che condizioni è stato lasciato”.

Il deputato penta stellato ha commentato poi il reddito di cittadinanza: manovra che è stata argomento di discussione della campagna elettorale in vista del 4 marzo, con i cinque stelle arrivati al 33%.

avellino
Carlo Sibilia

“Il reddito di cittadinanza – conclude Sibilia – è una misura necessaria perché siamo davanti a cambiamenti epocali. In tutta Italia, anche in Irpinia, il business come si faceva prima purtroppo sta cambiando e non possiamo farlo pagare ai lavoratori”

Noi stiamo cercando di approvare una legge che cambi il modo di fare nei centri per l’impiego e qui ad Avellino ci sono 1500 cittadini che hanno fatto la richiesta al Rei e quindi c’è bisogno di sostegno e noi lo possiamo dare”.