Avellino, sospensione piscina: la Polisportiva non ci sta

0
avellino

Sospensione dell’attività per la piscina comunale di Avellino che, intanto, cerca di far valere le proprie ragioni tramite l’ufficio legale

Di ieri la notizia della sospensione dell’attività della piscina comunale di Avellino, così come deciso dall’Assessorato al Patrimonio, diretto dall’avvocato Paola Valentino, e dal segretario generale del Comune, Riccardo Feola.

Si è tanto discusso su presunte violazioni in materia di sicurezza, riscontrate dalla Polizia Municipale, a partire dall’ispezione che ha portato alla chiusura del solarium e del punto ristoro. A tale proposito, però, con una nota del proprio ufficio legale, la Polisportiva ha voluto sottolineare che: avellino

La società Polisportiva è sicura che tale vicenda perverrà in tempi rapidi ad una positiva risoluzione a seguito di un più approfondito esame da parte dei competenti organi comunali, come sollecitato dai propri legali. Contrariamente da quanto si apprende da notizie diffuse da alcuni organi di stampa la struttura realizzata dalla società è all’avanguardia ed è dotata di tutte le autorizzazioni amministrative e sanitarie per l’esercizio  dell’attività natatoria e delle altre attività connesse. La questione sollevata dal Comune attiene esclusivamente all’attività di stabilimento balneare destinato ad una moltitudine indiscriminata di persone che è cosa diversa ed ulteriore rispetto a quella di centro natatorio polifunzionale destinato ai propri iscritti, regolarmente esercitata dalla società. Pertanto, anche nell’interesse della collettività, si confida nella revoca in tempi strettissimi del provvedimento in oggetto.