Avellino, tre volontari della Misericordia partono per l’Albania



0
Avellino, serino

Tre volontari della Misericordia del Partenio di Avellino, sono partiti per l’Albania. Con un’ambulanza neonatale, per prestare soccorso ai tanti bambini che sono stati coinvolti dalla catastrofe

Avellino-Il sisma che si è verificato in Albania alle 2.54 , sulla costa settentrionale, vicino alla città di Durazzo, è stato molto forte. La scossa si è avvertita  per svariati secondi, manifestando tutta la sua forza di magnitudo 6.5 con ipocentro a 10 km di profondità ed epicentro tra Shijak e Durazzo come testimoniano i dati tecnici forniti dall’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e vulcanologia italiano e dell’Usgs (Servizio Geologico Statunitense).

Questo, però non è stato l’unica scossa, infatti si è constatato un altro movimento di magnitudo 5.4 alle prime luci dell’alba, ovvero alle 7:08, dopo qualche ora dal primo. Con epicentro a quasi 22 km da Mamurras e ad una profondità di 10 km. Stando agli ultimi aggiornamenti, si possono anche iniziare a contare danni e persone che purtroppo sono rimaste colpite da questa catastrofe. Per il momento sono di almeno 50 morti, e 600 feriti e numerosi dispersi. I dati sono purtroppo destinati a salire con il passare delle ore, data l’intensità e i danni provocati lasciano presagire notizie negative.

L’entità del movimento tellurico registrato in un’altra nazione,  si è avvertito anche nei  centri della Campania alle 3.54.La scossa  è stata avvertita nelle città di  Avellino, Salerno, Sorrento, Napoli e Benevento In alcune città è stata disposta la chiusura delle scuole in misura  preventiva.

Prima in Campania, è la Misericordia di Mercogliano a partire per l’Albania, per prestare i primi soccorsi.terremoto - avellino

Sono tre i volontari a bordo di un’ambulanza neonatale che sono partiti nella serata del 26 novembre. Per raggiungere le zone gravemente colpite dal terremoto. La Misericordia del Partenio è la prima ad aver risposto alla chiamata di emergenza nazionale. Con i tre volontari, Salvatore Guerriero, Roberto Dello Russo e Daniele Romano. Per i tre ragazzi, è la prima esperienza di soccorso così grave e lontana dal territorio. Ma loro accompagnati dal loro senso di aiuto e solidarietà, non si sono tirati indietro dopo la richiesta di aiuto arrivata dall’Albania. Quello che ha spinto i tre ragazzi, dicono, per compiere la missione, è il grido di richiamo di chi ha chiesto il loro aiuto.E loro hanno la volontà di soccorrere ed essere d’aiuto a quanti ne avranno bisogno. I tre volontari,di Avellino, partono su un’ambulanza neonatale, nel luogo dove presteranno soccorso sono presenti bambini che hanno bisogno di cure e tanti bambini dispersi. Li, i tre volontari troveranno dei Medici da affiancare e supportare per le prime fasi di soccorso. A bordo dell’ambulanza, porteranno medicinali, lavaggi, bende per le fasi di soccorso e delle prime cure.

Leggi anche