Avellino Zon incontra il regista Marino Guarnieri



0

In mattinata abbiamo avuto il piacere di chiacchierare con il regista David di Donatello Marino Guarnieri, ospite dell’Ariano International Film Festival

 

Nel palcoscenico della Villa Comunale di Ariano Irpino, in occasione dell’Ariano International Film Festival, in mattinata si è tenuta una chiacchierata fra noi di Avellino Zon ed il regista premio David di Donatello Marino Guarnieri, che in maniera disponibile e gentile si è prestato a rispondere alle nostre domande.

In merito all’Ariano International Film Festival ed al fatto che ormai sia una realtà consolidata all’interno del panorama cinematografico italiano, Guarnieri ha risposto così :

“Sì, è davvero una bella realtà, ieri sera in occasione della proiezione del film, la Gatta Cererentola, mi sono reso conto che la manifestazione copre un range di età molto variegato, con persone molto appassionate e curiose anche nel dopo, andando a chiedere e fare domande, cosa che mi fa molto piacere”.

Sul suo film di enorme successo, La Gatta Cenerentola, afferma che “esso ha rotto il muro del dell’animazione diventando un film normale, vincendo molti premi in festival ed avendo un percorso fortunato. Gli attori che hanno lavorato, grandissimi professionisti, con noi non sono dei doppiatori, non doppiano film dall’italiano all’inglese e viceversa, ma è proprio una voce guida, che parla nel vuoto. Anche per loro è stato un mettersi alla prova, un giocare con noi. Il film nasce da un’idea dei nostri produttori, partendo da Napoli, cosa mai accaduta prima. Banalizzando, potremmo dire che è un noir di fantascienza, anche se è stata definita in vari modi. Ma a noi piace dire che sia un film”

“NAPOLI STA CONOSCENDO UN GRANDISSIMO SVILUPPO DAL PUNTO DI VISTA CINEMATOGRAFICO”

 

In seguito, Marino Guarnieri afferma che “stiamo lavorando ad un terzo film, ancora non se ne può parlare, anche se già è stato presentato nei mercati internazionali, e fra un annetto e mezzo pensiamo di metterlo in distribuzione”.

Rispondendo alla domanda su a che punto sia il cinema in Italia, questo è il pensiero di Guarnieri : “Io posso parlare per la mia esperienza, Napoli già da qualche anno sta diventando un crocevia per il cinema nazionale, oltre che una fucina di talenti. Napoli, nel bene e nel male, è un mondo a sè, una sorta di microcosmo, con le sue regole, le sue ombre e le sue luci. Napoli è in crescita incredibile, anche a livello di studi, come lo studio per il mix audio, cose che prima erano appannaggio esclusivo di Cinecittà”.

L’intervista si conclude con un saluto di Marino Guarnieri ai lettori di Avellino Zon e con il consiglio di seguire il film, per chi ancora non l’avesse fatto, La Gatta Cenerentola.

Rinnoviamo i ringraziamenti a Marino Guarnieri per la cortesia nell’accettare di raccontarsi a noi.

Leggi anche : https://avellino.zon.it/ariano-international-film-festival-gran-finale/

 

Leggi anche