martedì - 13 Aprile 2021

Vaccino, oggi somministrate 2.234 dosi in Irpinia

Oggi somministrate 2.234 dosi di vaccino in Provincia di Avellino presso le sedi accreditate da parte dell’Asl di Avellino Nella giornata di oggi 12 aprile...
More

    Bagnoli Irpino, buoni spesa: l’amministrazione chiama i sindacati

    Ultime Notizie

    Il comune di Bagnoli Irpino ha inviato questa mattina l’invito a Cgil, Cisl, Uil e Ugl per presenziare all’esame delle domande pervenute per l’assegnazione dei buoni spesa

    Bagnoli Irpino – Con l’emergenza Coronavirus sono arrivate anche le opportunità ai Comuni di emettere dei bonus alimentari in favore di persone e famiglie in condizioni di disagio economico e sociale. Le domande devono pervenire ai comuni e gli stessi dovranno decidere. 

    - Advertisement -

    A tal proposito l’Amministrazione comunale di Bagnoli Irpino ha inviato questa mattina un invito ai sindacati irpini: Cgil, Cisl, Uil e Ugl, per richiedere “la presenza di un delegato sociale sindacale al momento dell’istruttoria, esame, stesura e pubblicazione dell’elenco finale dei beneficiari assegnatari degli stessi”.

    Quindi, le domande che perverranno al comune di Bagnoli Irpino, entro le 13:00 di giovedì 9 aprile, saranno passate al vaglio, oltre dei responsabili comunali, anche dei sindacati che accetteranno l’invito.

    bagnoli irpino
    Il sindaco di Bagnoli Irpino Teresa Di Capua

    “La trasparenza e la correttezza deve essere garantita ancor di più in questo momento di forte emergenza”, ha commentato il sindaco di Bagnoli Irpino Teresa Di Capua.

    Si attende quindi una risposta da parte dei sindacati irpini che già all’indomani del Decreto di aiuti ai bisognosi, messo in campo dal Governo Conte, avevano posto l’attenzione sulle operazioni di esame delle domande.

    «Chiediamo l’immediata attivazione di tutte le procedure idonea a fare chiarezza ed eliminare ogni possibile sperequazione o particolarismo da parte delle Amministrazioni  comunali. Poi, riteniamo opportuno che si attivino le commissioni comunali con presenza di maggioranza, opposizione, associazioni di volontariato e delegato sociale sindacale, che ponga le basi per avere criteri trasparenti e quindi di  priorità alle misure per garantire generi di prima necessità a chi e’ duramente colpito dalla crisi in corso, c’è necessità di escludere qualsiasi commissione o clientela per i casi legati alla condizione di bisogno estremo», così il segretario della Cgil di Avellino Franco Fiordellisi aveva commentato la notizia dei buoni spesa in Irpinia.

    Latest Posts