martedì - 27 Ottobre 2020

Grottaminarda, il benvenuto al Dirigente Franco Di Cecilia

L'Amministrazione Comunale di Grottaminarda dà il benvenuto al Dirigente pro tempore dell'Istituto San Tommaso D'Aquino, Franco Di Cecilia "In un momento così difficile per il...
More

    Banche, ad Avellino si parla di tutela delle piccole e medie imprese

    Ultime Notizie

    Grottaminarda, il benvenuto al Dirigente Franco Di Cecilia

    L'Amministrazione Comunale di Grottaminarda dà il benvenuto al Dirigente pro tempore dell'Istituto San Tommaso D'Aquino, Franco Di Cecilia "In un momento così difficile per il...

    Ariano, il saluto del Commissario straordinario D’Agostino

    Il saluto del Commissario Straordinario di Ariano Irpino Silvana D'Agostino che lascia la Città del Tricolle dopo l'elezione di Enrico Franza “Pregiatissimi Sindaco, vice Sindaco,...

    Coronavirus, altri 69 nuovi casi in Provincia. Ecco dove

    Ancora più di 60 nuovi casi di positività al Coronavirus in provincia di Avellino, come comunica l'Asl di Avellino in 24 ore sono 69 L'Azienda...

    Rsa di Nusco, due persone risultate positive al Coronavirus

    Due casi di positività al Coronavirus nella Residenza per anziani Rsa di Nusco, si tratta di una degente e di un operatore della struttura Nusco...

    Il Movimento Forense ha fatto il punto sulle cause civili che vedono coinvolte le banche per usura ed anatocismo in un convegno svoltosi presso il Tribunale di Avellino

    Si è svolto presso il Tribunale di Avellino il convegno organizzato dal Movimento Forense sullo spinoso tema dei giudizi civili che negli ultimi anni hanno visto coinvolte le banche per aver applicato interessi usurari o anatocistici. L’obiettivo era quello di fare il punto dell’evoluzione giurisprudenziale su una materia che ha indubbiamente degli aspetti molto tecnici, ma che secondo il dr. Iapicca, presidente dei Giovani Imprenditori della Confindustria di Avellino, è alla base della vera crisi di molte delle piccole e medie imprese irpine e nazionali.

    - Advertisement -

    Come ci tiene a chiarire l’avv. Gaetano Napolitano, Presidente del Movimento Forense di Avellino, per anni le imprese, ma anche la clientela di privati, hanno subito certi atteggiamenti delle banche (che, in verità, l’avvocato non esita a definire delle vere e proprie “ruberie”), senza fare alcuna rimostranza. Subentrata la crisi, però, la gestione del credito è banche Avellinodiventata fondamentale per le imprese, soprattutto per quelle medio/piccole, e non si è più accettata passivamente l’imposizione di interessi che spesso sono risultati usurari (perché superiori al tasso soglia fissato dalla legge) o, in altri casi, anatocistici (vale a dire interessi calcolati su altri interessi).

    Si è così avviato un filone di cause civili che vede citati gli istituti bancari per ottenere il riconoscimento del carattere usurario degli interessi applicati su mutui o leasing o l’applicazione di interessi su interessi (l’anatocismo) nella gestione del conto corrente. La giurisprudenza è ormai sostanzialmente unanime nel ritenere che, nel primo caso, nessun interesse sarà dovuto alla banca, mentre nel secondo non si applicherà alcuna capitalizzazione e si potrà ottenere la restituzione di quanto indebitamente trattenuto dalla banca.

    avellinoRimane, tuttavia, un nodo centrale (che emerge chiaramente nel convegno, soprattutto dall’intervento dell’avv. La Lumia (del foro di Milano) ed è quello di come instaurare il giudizio e di come fornire la prova dell’illegittimo comportamento della banca. Fondamentale è, in particolare, l’allegazione di tutti i documenti necessari (contratti, estratti conto, pattuizioni scritte), che non sempre vengono forniti dalle banche a semplice richiesta del cliente, in alcuni casi addirittura costretto a richiedere un decreto ingiuntivo al tribunale per ottenerli. Talvolta si può ovviare all’onere di allegazione della documentazione chiedendo al giudice di intimare alla banca l’esibizione in giudizio, ma ci tiene a sottolineare il dr. De Tullio, magistrato del Tribunale di Avellino, che richieste troppo generiche, addirittura non precedute nemmeno da una diffida alla banca di fornire la documentazione, si risolvono inevitabilmente in un giudizio di rigetto della domanda.

    Non si possono ignorare comportamenti degli istituti di credito spesso molto lontani dalla buona fede, se non addirittura fraudolenti. Del resto, il credito è linfa vitale per moltissime delle piccole imprese irpine ed è impossibile immaginare di poterne fare a meno. Ma questo non deve comportare un abuso della posizione forte della banca, rispetto alla quale forse altri garantismi vanno superati.

    Latest Posts

    Grottaminarda, il benvenuto al Dirigente Franco Di Cecilia

    L'Amministrazione Comunale di Grottaminarda dà il benvenuto al Dirigente pro tempore dell'Istituto San Tommaso D'Aquino, Franco Di Cecilia "In un momento così difficile per il...

    Ariano, il saluto del Commissario straordinario D’Agostino

    Il saluto del Commissario Straordinario di Ariano Irpino Silvana D'Agostino che lascia la Città del Tricolle dopo l'elezione di Enrico Franza “Pregiatissimi Sindaco, vice Sindaco,...

    Coronavirus, altri 69 nuovi casi in Provincia. Ecco dove

    Ancora più di 60 nuovi casi di positività al Coronavirus in provincia di Avellino, come comunica l'Asl di Avellino in 24 ore sono 69 L'Azienda...

    Rsa di Nusco, due persone risultate positive al Coronavirus

    Due casi di positività al Coronavirus nella Residenza per anziani Rsa di Nusco, si tratta di una degente e di un operatore della struttura Nusco...