Bari 2-1 Avellino: le pagelle



0
avellino

L’Avellino non riesce nel colpaccio in quel di Bari, nonostante la prova di spessore degli irpini, Giron e Insigne tra le note più liete

Al San Nicola di Bari, un Avellino ben messo in campo da Tesser, riesce a tener testa ai padroni di casa per 70′ minuti.

Segnali positivi per i lupi, specialmente nel primo tempo, ma i punti continuano a mancare. Un Insigne ispirato non basta a sopperire alle amnesie difensive.

FRATTALI: 6

Il portiere irpino ritorna a dare fiducia al reparto arretrato con le sue uscite. Sui due gol probabilmente è l’unico incolpevole di tutta la difesa.

NICA: 6

Finalmente nell’undici biancoverde si vede una prova degna di sufficienza sulla fascia destra. Sebbene non perfetto su alcune chiusure nelle imbucate di De Luca, non si vedono i soliti buchi. Manca ancora qualcosa per essere una certezza.

BIRASCHI: 5

Non concentrato come al solito, il difensore romano vive al San Nicola la sua peggiore gara. Qualche colpa sul primo gol, sul secondo si fa sorprendere dal movimento dell’attacco biancorosso. Spaesato nella difesa a 5, disputa una prestazione da 5.

LIGI: 6

Questa volta è lui a dirigere i lavori nella difesa biancoverde. Il difensore, con un passato biancorosso, conosce il campo di Bari e lo dimostra muovendosi bene e riuscendo a coprire più dei suoi compagni gli attacchi del tridente pugliese.

CHIOSA: 5,5

Al suo esordio stagionale svolge il suo compito senza particolari sbavature. Né infamia né lode.
(70′ Mokulu: 5,5)

GIRON: 7

Un treno che percorre tutta la fascia sinistra carico di sponde e assist, suo quello decisivo per il gol di Insigne. Solo il palo riesce a fermarlo su una saetta scagliata dai 30 metri. La sua prestazione arriva al capolinea al 66′. Vado al Maxime.
(66′ Visconti: 6)

Giron, Bari, Avellino
Giron, il treno biancoverde

ARINI: 6,5

Il suo passaggiometro oggi è impazzito, il capitano serve palloni al millimetro ai compagni che sentitamente ringraziano. Geometra.

ZITO: 6

Luci e ombre per il centrocampista irpino, non attentissimo in occasione del gol del vantaggio biancorosso, si fa perdonare in fase offensiva, ma neanche questa volta crea particolari pericoli alla porta avversaria.

(78′ Jidayi: 6  Entra con un buon piglio in campo, ma ha il tempo solo per scaldare i muscoli.)

INSIGNE: 7,5

Week-end di festeggiamenti in casa Insigne. Roberto segue le orme del fratello Lorenzo e fa sperare i tifosi irpini, insaccando al 27′ il pallone del pareggio per gli irpini.
Crea, inventa, dribbla, segna, purtroppo non basta. Talento nei geni.

Insigne, Avellino, Bari
Insigne, il migliore dei lupi

TROTTA: 6

Tenta più volte il tiro verso la porta di Guarna, spesso le sue conclusioni sono imprecise, ma sembra cominciare ad ingranare sempre più nel macchinario di Tesser.

TAVANO: 5

Il vero Tavano si vede nel primo tempo, con un ottimo diagonale che impegna severamente la retroguardia del Bari. Complice la stanchezza, nella ripresa il bomber casertano è invisibile. Solo sussulti, ci si aspetta di più da un campione del genere.

Leggi anche