Biodigestore, il sindaco di Santa Paolina convoca un consiglio straordinario



0
chianche

BIODIGESTORE. RICCIARDELLI CONVOCA UNA SEDUTA STRAORDINARIA DEL CONSIGLIO COMUNALE: “VOGLIAMO UN CICLO DEI RIFIUTI RISPETTOSO DELLE AREE DOCG”

Il primo cittadino del comune di Santa Paolina lancia un appello ai comuni dell’area del Biodigestore, alla Provincia e alla Regione affinché si oppongano in ogni modo alla realizzazione dell’impianto di compostaggio.

“Un ciclo di rifiuti integrato, innovativo e rispettoso dello sviluppo sostenibile delle aree DOCG.” È quanto auspica il Sindaco di Santa Paolina, Rino Ricciardelli, che ha convocato per giovedì, 26 settembre alle 17.30, una seduta di Consiglio comunale per affrontare la spinosa questione del Biodigestore di Chianche.

biodigestore - santa paolina
Il sindaco di Santa Paolina Rino Ricciardelli

“La nostra Amministrazione – afferma Ricciardelli – ha da tempo espresso la sua netta contrarietà alla realizzazione di un biodigestore a Chianche, al centro dell’area di produzione del Greco di Tufo. E’ una scelta che non condividiamo e alla quale vogliamo opporci con tutta la determinazione possibile.”

“Abbiamo chiara la esigenza, tuttavia, di dover assicurare il funzionamento del ciclo dei rifiuti, di garantirne l’efficienza, ma non possiamo accettare che questo sfregi in maniera irreparabile quella che è una delle nostre produzioni di eccellenza, quella intorno alla quale ruota una parte significativa dell’economia locale. Dobbiamo trovare soluzioni alternative che servano a risolvere il problema dello smaltimento, ma che al contempo salvaguardino il territorio. Nella nostra realtà – prosegue il primo cittadino – è presente larga parte delle piantagioni di Greco e la presenza di un Biodigestore a Chianche rischia di compromettere irreparabilmente l’intera filiera produttiva, con danni enormi per i nostri produttori, le nostre cantine e quelle di tutti i comuni del DOCG.”

“Ecco perché abbiamo convocato una seduta del Consiglio comunale dedicata esclusivamente alla questione, e invitiamo tutti i comuni ricadenti nell’area di produzione del Greco a fare lo stesso. Auspichiamo che ci sia una corale presa di posizione contro la realizzazione dell’impianto, appellandoci insieme  affinché – chiude Ricciardelli – le autorità regionali e locali impediscano questo scempio.”

Leggi anche