“Braccianti briganti migranti e fanti del re” verrà presentato a Cervinara



0
Braccianti

“Braccianti briganti migranti e fanti del re”, opera del poeta Cenzino D’Apruzzo, verrà presentata domani a Cervinara presso la Sala consiliare “Antonio Sacco” alle ore 18

Braccianti briganti migranti e fanti del re” è il titolo della silloge del poeta dialettale Cenzino D’Apruzzo che verrà presentato oggi, sabato 15 ottobre 2016 alle ore 18,00 presso la Sala consiliare “Antonio Sacco” di Cervinara. L’autore racconta in versi la difficile vita dei braccianti di Montesarchio e del Taburno, una vita fatta di stenti, ma mitizzata attraverso il filtro della poesia. I poveri braccianti, così, divengono gli “Eroi arcaici della zappa!“ e le loro lotte un utopico riscatto. Tutto è raccontato con la vivacità e concretezza del dialetto arcaico. I punti toccati sono diversi:Braccianti
la rivoluzione contadina (1860-1870) per il pane e la libertà contro l’annessione piemontese con l’aggressione e l’occupazione violenta del regno del Sud; gli esodi via mare per l’America di milioni di migranti;
le drammatiche occupazioni delle terre incolte dei braccianti dall’unità d’Italia al secondo dopoguerra; le tante marce della fame.

I braccianti, così come gli zappatori, erano di indole pacifica e subivano le ingiustizie, le prepotenze e le violenze dai padroni, nonché le tasse esose e i pesanti obblighi di leva dallo stato savoiardo. Quando i tempi maturano e gli eroi della zappa salgono sulle montagne si trasformano in briganti. La loro indole pacifica si trasforma e muovono guerriglia contro gli occupanti piemontesi. Queste pagine di storia, troppo spesso dimenticate, vengono recuperate dell’autore e riportate ad una luce nuova. L’autore stesso afferma che per salvare la civiltà contadina dall’oblio (a causa anche della morte dell’agricoltura) si è dedicato ad una ricerca impegnativa tesa al recupero del dialetto delle zone in cui la vicenda raccontata si svolge (specie la parlata settoriale legata alla vita agricola di masseria e pagliaio) salvando diverse centinaia di parole in disuso nel “Dizionario lessico-topografico di Montesarchio e della Valle Caudina”.

BracciantiIl libro“Braccianti briganti migranti e fanti del re” di D’Apruzzo vanta una Prefazione di Antonio Conte, senatore e presidente dell’ANPI sannitica. Durante la presentazione del libro, che avverrà oggi nel comune avellinese, è previsto un intervento del sindaco cervinarese Filuccio Tangredi e della Consigliera delegata alla cultura Raffaella Cioffi.
Oltre all’Autore, che declamerà alcune poesie, interverrà Franco Martino, poeta e critico letterario.

Leggi anche