Calabritto, controlli sui cantieri: due imprenditori nei guai



0
Calabritto: ispezione in cantieri edili
Calabritto: ispezione in cantieri edili

Prosegue l’azione dei carabinieri del Comando provinciale di Avellino nel contrasto al lavoro irregolare e alle violazioni commesse in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. Questa volta sotto accusa un cantiere edile di Calabritto che, oltretutto, stava realizzando un appalto pubblico

Nei giorni passati la nostra Redazione si era occupata, più volte, di casi di mancato rispetto alle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Questa mattina, 27 novembre, i carabinieri del Comando provinciale di Avellino hanno purtroppo riscontato altre violazioni. Le ispezioni hanno interessato alcuni cantieri edili nel comune irpino di Calabritto, grazie anche  alla collaborazione dei carabinieri della Stazione locale.

Questa volta, a cadere sotto accusa, è stato un lavoro pubblico per la delocalizzazione dell’Area P.I.P. e la realizzazione di un impianto di depurazione. L’accesso ispettivo ha permesso di accertare, prima tutto, che ad effettuare i lavori erano ben 2 imprese edili: la ditta appaltatrice, come è ovvio,  ma anche una seconda impresa che effettuava lavori a cottimo per quella affidataria.

Calabritto: ispezione in cantieri edili
Calabritto (AV): ispezione in cantieri edili

Lavorare a cottimo significa essere retribuiti in base alla quantità di lavoro svolto e non con una paga fissa a ore; vale a dire che più si produce e più si viene retribuiti. Dunque, attraverso un subappalto con queste condizioni,  la ditta affidataria avrebbe potuto avere meno spese e un guadagno maggiore, rispetto a quanto era stato pattuito con l’ente pubblico.

Inoltre sono state accertate violazioni anche all’interno del luogo di lavoro: non era stata predisposta la segnaletica di sicurezza né le indicazioni relative a situazioni di rischio, e gli operai non utilizzavano i dispositivi di protezione.

Dunque violazioni di natura penale che,agli amministratori delle due ditte, sono costati una denuncia, pur rimanendo in stato di libertà. Il loro caso è ora al vaglio della Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal procuratore dott. Rosario Cantelmo.

Per altri articoli sulle violazioni nei luoghi di lavoro di cui la nostra Redazione si è occupata:

Trevico, nuove violazioni alle norme di sicurezza sul lavoro

Trevico, i carabinieri denunciano un imprenditore

Leggi anche