Connect with us

Eventi

A Canalarte la vanità è bellezza e inferno

Avatar

Published

on

canalarte

A Canalarte c’è lei, Vanità, tra specchi penzolanti e cornici vuote, tra bellezza e inferno, in uno scenario che lascerà tutti senza fiato

[ads1]

“La virtù non farebbe tanta strada se la vanità non le tenesse compagnia”, ha detto F. de La Rochefoucauld. Vanità è il tema della XIX edizione di Canalarte, la più invincibile del nostro secolo, a volte tanto pesante quanto leggera, ma che trascinerà tutti in un caos di bellezza, magnificenza, incanto, fascino, attrattiva e, soprattutto, appariscenza, senza lasciare fuori dal sipario l’eleganza. Merito della passione di Antonio Filarmonico.

E se la bellezza è nell’occhio di chi guarda, passeggiando per le vie del borgo vedremo la nostra vanità, la nostra immagine riflessa in molteplici specchi sospesi e cadenti, specchi poggiati a terra per i passanti più curiosi, cornici vuote penzolanti. Cornici vuote che lasciano spazio all’immaginazione, senza lasciarsi spaventare dal rischio della banalità e cornici piene, dove questo infinito riflettersi può essere. La protezione che la cornice offre all’immaginazione libera la scena dal suo necessario apparire senza togliere allo spettatore la possibilità di ricercarsi non solo esteriormente ma soprattutto interiormente. Guardandosi, può riuscire a veder riflettere la propria anima.

83d8f9e05f291decf42ca9363b7e24d0

In un mondo dove l’uomo passa più tempo ad osservarsi davanti allo specchio che ad ascoltarsi, in un tempo in cui voler apparire è più dell’essere, Canalarte è un messaggio, attraverso paradossi e riflessioni, controsensi e provocazione. Una vasca ottocentesca piena di fiori, con una donna immersa nella vanità; una donna con tra le mani uno specchio, per assicurarsi della sua personalità. Donne sciantose per le strade del borgo, donne vanitose e tentatrici alle finestre. Vanità tra bellezza e inferno. Vanità è tra voi. Voltatevi, qualcuno vi sta già seguendo. È la vostra immagine riflessa il vostro io. Un grazie alla direzione artistica di Laura Rocco e Franca Filarmonico.

[ads2]

Studentessa universitaria, laureata in Lettere curriculum Pubblicistica, presso l'Università degli Studi di Salerno. Scrivo per amore della scrittura. Chi scrive per passione (con la speranza di crearne una professione), si ritrova nella condizione di Don Chisciotte e nei panni di chi combatte una battaglia già persa. E alla fine vince.

Continue Reading
Advertisement
Advertisement

Facebook

ZON.it è una testata giornalistica on-line. Registrazione del Tribunale di Salerno n° 15/2015 del 21 dicembre 2015 Associazione Culturale Zerottonove - Via G. Nicotera, 36 - 84081 BARONISSI (SA) - CF. 95139060651 – P.I. 05386660657 www.zon.it - contatti@zon.it