Caposele, mette in vendita borse contraffatte: denunciato



0
Caposele

I Carabinieri, durante un controllo effettuato a Caposele nel corso dei festeggiamenti in onore del Santo Patrono, hanno sequestrato una decina di borse contraffatte e denunciato il venditore ambulante che le aveva messe in vendita

Caposele – Nell’ambito dell’attività di contrasto all’illegalità  diffusa condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, quotidianamente impegnati nel garantire capillare controllo del territorio, i militari della Compagnia di Montella, hanno effettuato un servizio finalizzato al contrasto dell’abusivismo commerciale e commercio di prodotti recanti segni falsi.

CaposeleIl dispositivo, minuziosamente predisposto in occasione dei festeggiamenti civili e religiosi in onore al Santo Patrono, ha permesso ai Carabinieri della Stazione di Caposele di sequestrare una decina di borse contraffatte e di denunciare un pregiudicato 48enne originario del Senegal, da tempo residente in Irpinia.

Il venditore ambulante aveva raggiunto Caposele e aveva allestito la propria bancarella, ponendo in vendita borse recanti varie griffe tra cui Liu-Jo, Michael Kors e Prada.

Gli immediati controlli hanno permesso di accertare che le borse erano tutte abilmente contraffatte. Confermata l’illecita provenienza, la merce è stata quindi sottoposta a sequestro penale.

Alla luce delle evidenze emerse, per lo straniero è scattata dunque la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, in quanto ritenuto responsabile dei reati di ricettazione e contraffazione di segni distintivi.

I controlli da parte dei Carabinieri continueranno in maniera costante anche al fine di tutelare la salute pubblica e contrastare eventuali violazioni sia da parte di commercianti locali sia dei vari venditori ambulanti che affollano le strade durante fiere, mercati settimanali, sagre e festeggiamenti vari.

Particolare attenzione sarà rivolta anche al controllo dei prezzi di mercato spesso oggetto di ingiustificati aumenti ai danni dei consumatori.

Leggi anche