Caposele, “la campagna elettorale dei nostri potenziali avversari prende già una piega sciagurata”

caposele
Lorenzo Melillo

Inizia così ufficialmente la campagna elettorale per le elezioni del primo cittadino di Caposele. All’annuncio di Caruso candidato a sindaco per il Pd arriva la risposta della Primavera

A poche settimane dal voto di maggio, la campagna elettorale dei nostri potenziali avversari prende già una piega sciagurata. E’ di ieri infatti la nota del PD Caposele che ufficializza la candidatura a sindaco di Giuseppe Caruso (a cui facciamo senz’altro i nostri auguri) e contemporaneamente sfiducia l’intera assemblea dei propri iscritti, ignorandoli, calpestandoli e raggirandoli. Come nel gioco delle 3 carte, il segretario locale, Michele Notaro, pur di incastrare Caruso in quel piccolo, angusto spazio che gli era rimasto, ha infatti ingannato centinaia di tesserati, mentendoli sull’approvazione, da parte della direnzione provinciale, di una mozione che indicava esplicitamente il sostegno ai sindaci PD dell’intera provincia. Quindi anche al nostro Lorenzo Melillo. Mozione che lo stesso Caruso avrebbe, grottescamente, votato.

Notaro ha dunque, volontariamente, sovvertito il giudizio democratico dell’assemblea provinciale, dirottando il proprio partito come un aereo dell’American Airlines, con le bugie e le menzogne come non dovrebbe accadere nemmeno in un oratorio, e decidendo di par suo la linea politica della sezione, pur di posizionare Caruso lì dove, in 5 anni di passeggiate solitarie compiute dai due per le strade del paese, si erano vicendevolmente promessi di stare. Nemmeno un passaggio neanche nella propria di assemblea, nessuna discussione, nessuna votazione. La dimostrazione e l’ammissione, questa, di essere in minoranza e di andare dritto, in caso di voto, alla prima delle numerose sconfitte delle prossime settimane.

Alla faccia del Partito Democratico! Se questi sono i presupposti con i quali certi soggetti si apprestano ad amministrare il paese, c’è da aspettarsi davvero una lunga stagione di buio.

CONTINUA SU AVELLINO ZON

Letture Consigliate