Carta d’identità elettronica, obbligo dal 2019

0
Carta d'identità elettronica

In Italia è l’ora della Carta d’identità elettronica (CIE), nuovo strumento nato per garantire l’incremento dei livelli di sicurezza dell’intero sistema di emissione. Di seguito tutte le informazioni utili per richiederla 

La Carta d’identità elettronica è un tesserino munito di microchip in policarbonato dotato di elementi di sicurezza in cui sono memorizzati i dati del titolare. Sul retro della Carta è riportato il Codice fiscale anche a barre ed una foto in bianco e nero. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quella utilizzata per il passaporto.

Il cittadino potrà richiedere la Carta d’identità elettronica alla scadenza del documento in possesso o in seguito a smarrimento, furto o deterioramento presso il Comune di residenza o di dimora. E’ spedita entro 6 giorni dalla richiesta e la validità varia a seconda dell’età: 3 anni per minori di età inferiore a 3 anni; 5 anni per minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni; 10 anni per maggiorenni. Carta d'identità elettronica

 

Nel caso in cui il richiedente la CIE sia genitore di minore è indispensabile presentare la dichiarazione di assenso all’espatrio sottoscritta dall’altro genitore o da chi esercita la responsabilità genitoriale ai sensi della legge n.1185 del 1967. Al momento della consegna una persona delegata potrà ritirare il documento solo se le sue generalità siano state fornite al momento della richiesta. Nel caso in cui il cittadino sia impossibilitato a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia o reclusione, un delegato dovrà fornire un documento di riconoscimento, la foto ed il luogo dove spedire la CIE. In tale sede sarà fissato un appuntamento presso il domicilio del soggetto interessato per completare la procedura. Mancano ancora 450 comuni all’appello, si consiglia pertanto di contattare il Comune di residenza o di dimora al fine di ottenere ulteriori chiarimenti.