Caso Mancini, ecco la lettera di una studentessa al Ministero



0
Mancini

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di una studentessa del Liceo Mancini di Avellino alla dottoressa Simona Montesarchio responsabile del Dipartimento edilizia del Ministero 

Gentile Dottoressa Simona,

Le scrivo a nome degli studenti del Liceo Scientifico P.S.Mancini di Avellino.Attualmente il liceo non ha una sede e 1200 ragazzi non possono frequentare con regolarità la scuola.

Non sappiamo di chi sia la colpa, ciò non spetta a noi stabilirlo, ma sappiamo che vogliamo esercitare il nostro diritto allo studio oggi e nei prossimi anni, in strutture decorose ed in orari normali.Mancini

Le chiedo un incontro con una delegazione di (3/5) studenti desiderosi di conoscere le possibili soluzioni a breve e medio termine che le istituzioni locali o nazionali potranno attivare e gli attori che dovranno intervenire, evitando di essere presi in giro da persone prestate alla politica con poca esperienza nella gestione del bene pubblico e scarse capacità di programmare e prevenire.

Ci rivolgiamo a Lei in quanto sicuramente persona competente ed autorevole in materia, ma anche come Irpina che ha saputo costruirsi una brillante carriera, e che oggi potrebbe rendere un prezioso servizio ai ragazzi che come lei, nutrono giustificate ambizioni e coltivano il sogno che attraverso lo studio ci si possa realizzare nella vita lavorativa.

Non le chiediamo la solita “raccomandazione” motore di tante iniziative in Irpinia, ma solo un colloquio nel quale ci possa far rendere conto della reale situazione e dei modi per risolverla.
Avemmo pensato di recarci a Roma Mercoledì 6 Dicembre, Le saremmo grati se ci desse disponibilità in quella data, o ci dica lei la data più comoda per i suoi impegni.
La ringrazio anticipatamente per l’attenzione che vorrà prestarci, e la saluto con cordialità.

Chiara Pilone

È arrivata poi la risposta della dottoressa Montesarchio che ha incontrato una delegazione di studenti e di docenti del Mancini a Roma il 13 dicembre scorso.

Leggi anche