Chiacchio: «Neanche i napoletani erano in mille all’esterno del Foro Italico»



0
Eduardo Chiacchio

Il legale dell’U.S. Avellino ha elogiato i tifosi irpini, in vista dell’udienza davanti al Collegio di Garanzia del Coni. Ecco le parole di Chiacchio

L’avvocato Eduardo Chiacchio, alla vigilia dell’udienza, ha rilasciato delle dichiarazioni a Sport Channel 214.

Queste le parole del legale partenopeo: «Per tentare di ottenere questo tipo di risultati, che sono vere e proprie imprese, non bisogna trascurare nulla, dobbiamo essere attenti e meticolosi in ogni dettaglio, perché in tanti anni il Collegio di Garanzia del Coni, a sezioni unite, ha accolto pochissimi ricorsi.U.S. Avellino-Chiacchio

Sono consapevole del difficilissimo compito che mi attende, abbiamo una controparte che si chiama FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio), giochiamo la partita al Coni, che è la mamma della FIGC, e c’è un terzo interessato che è la Ternana Calcio, per cui tutte le componenti del mio staff dovranno dare il meglio.

In queste sedi ho rappresentato tante città importanti, tra cui anche Napoli, però mille persone all’esterno del Foro Italico non le ho mai viste. In questa vicenda non volevo accettare l’incarico, perché sono stato chiamato in terzo grado e mi sono sentito trascurato, certamente non lo meritavo; per cui, ho riflettuto tanto e ho fatto una scelta di emozione e sentimento, mettendo a repentaglio i tanti successi che ho ottenuto per la difesa della società biancoverde negli ultimi tre anni, ma lo dovevo alla gente di Avellino, che mi ha circondato di affetto» ha concluso il “Principe del Foro”, Eduardo Chiacchio.

Leggi anche