Cine Prime, all’ex Carcere Borbonico la rassegna cinematografica dedicata alle opere prime

0
Cine Prime

Al via, all’ex Carcere Borbonico di Avellino, la rassegna “Cine Prime”. Quattro appuntamenti dedicati a opere prime del cinema italiano. Proiezioni e incontri con registi e attori. Si comincia domenica 26 marzo con “Socialmente pericolosi” di Fabio Venditti   

Promuovere e approfondire le opere prime del cinema italiano. È questo l’obiettivo di “Cine Prime“, rassegna che prevede quattro serate di proiezioni e incontri con gli autori, a ingresso libero, presso la Sala blu dell’ex Carcere Borbonico di Avellino.

Si comincia domenica 26 marzo, alle ore 18:00, con “Socialmente pericolosi” di Fabio Venditti, racconto dell’incontro tra un giornalista televisivo, interpretato da Vinicio Marchioni, e l’ex boss dei quartieri spagnoli di Napoli Mario Spadoni, cui presta il volto Fortunato Cerlino, già don Pietro Savastano nella fortunata serie televisiva “Gomorra”. Previsto un incontro con il regista e il cast.

Cine PrimeSecondo appuntamento martedì 28 marzo con la proiezione de “Il bambino di vetro” di Federico Cruciani, storia del dramma vissuto da un bambino palermitano costretto a una triste presa di coscienza, che metterà in crisi il suo rapporto con il padre. A seguire, incontro con Cruciani e il cast.

Si prosegue giovedì 30 marzo con il cortometraggio “Lettere a mia figlia” di Giuseppe Alessio Nuzzo. Protagonista un anziano padre, interpretato da Leo Gullotta, intento a scrivere una lettera alla figlia. Anche in questo caso, vi sarà un incontro con l’autore.

Il 2 aprile si terrà la serata conclusiva della rassegna. Sarà proiettata la commedia “Un paese quasi perfetto” di Massimo Gaudioso, che incontrerà il pubblico dopo la visione del film. Gaudioso è uno dei maggiori sceneggiatori italiani. Ha scritto alcuni dei più noti film di Matteo Garrone, come “Gomorra”, “Il racconto dei racconti”, “Reality” e “L’imbalsamatore”, nonché numerose commedie, basti citare “Benvenuti al Sud”.

Cine Prime” è organizzata dal Centro Studi Cinematografici della Campania con il patrocinio della Provincia di Avellino. La realizzazione del progetto è stata, inoltre, possibile grazie alla collaborazione degli organizzatori di alcuni tra i più importanti festival campani di cortometraggi quali il “Comicron Film Festival” – Festival Internazionale del Cortometraggio Comico di Pontelandolfo (BN), il “Solofra Filmfestival” di Solofra e il “CFF Caselle Film Festival di Caselle in Pittari (SA).