Comuni in comune prosegue con la Festa della Vendemmia



0

Prosegue con successo Comuni in comune, il progetto di marketing territoriale che unisce le Amministrazioni locali attorno al concetto di autopromozione del territorio. Nel weekend la Festa della Vendemmia di Candida, contestualizzata al progetto

Si è appena conclusa la prima estate di Comuni in comune, ma non il progetto stesso che ha messo in atto la strategia di promuovere tra i Comuni aderenti i propri eventi e le proprie eccellenze su tutto il territorio irpino ed oltre.

Comuni in comune prosegue con la Festa della VendemmiaTra i primi a credere nell’iniziativa il Sindaco di Candida Fausto Picone, che definisce “Comuni in comune” un progetto “interessante per il territorio e per gli Enti Locali, con ricadute certamente positive specie in un momento di grave crisi per i piccoli comuni”. Storia, cultura, tradizione ed eccellenze enogastronomiche promossi tramite affissioni gratuite, “con uno slancio ha aggiunto Picone per Candida, come per tutti i comuni coinvolti, per ottenere una maggiore visibilità. Un elemento di primaria importanza nella logica di marketing territoriale odierna”.

Proprio il paese Candida ospiterà a breve la Festa della Vendemmia, che si terrà il 24 e 25 settembre prossimi e che viene promossa in questi giorni, come da prassi per i comuni associati, in forma totalmente gratuita tramite affissioni su maxiposter.

Una modalità promozionale utilissima, che va ad integrarsi alle iniziative legate al PSR 2007-2013, che abbiamo ben sfruttato, e che arriva in un’importante fase programmatica per posizionarsi bene nella prossima agenda 2014-2020. La Festa della Vendemmia conclude un programma durato tutta l’estate ha dichiarato Picone che ha mostrato il centro storico del paese ammodernato e con diverse progettualità che abbiamo intenzione di attuare a breve, come la riqualificazione dello storico Palazzo Filangieri, che diventerà un importante resort”. Anche quest’ultima iniziativa, ovviamente, verrà promossa con grande visibilità e costi azzerati attraverso la rete di Comuni in comune.

Leggi anche