martedì - 29 Novembre 2022
More

    Confesercenti, appello Marinelli a commercianti e cittadini: aprire insieme vertenza del territorio su caro bollette e inflazione

    Ultime Notizie

    Confesercenti, appello Marinelli a commercianti e cittadini: aprire insieme vertenza del territorio su caro bollette e inflazione, investendo i parlamentari irpini

    Confesercenti, appello Marinelli a commercianti e cittadini: aprire insieme vertenza del territorio su caro bollette e inflazione, investendo i parlamentari irpini
    “Il disagio dei commercianti irpini e di tante attività produttive deve trasformarsi in una vera e propria vertenza, da portare ai tavoli istituzionali nazionali ed europei. Una questione sulla quale chiederemo alla deputazione parlamentare della provincia di Avellino di farsi portavoce”. Lo ha affermato Giuseppe Marinelli, presidente provinciale della Confesercenti.
    “E’ necessario un salto di qualità della protesta – ha proseguito il dirigente dell’associazione di categoria -, che così rischia di essere fine a se stessa, senza obiettivi chiari e realmente raggiungibili, soprattutto se non si apre un confronto franco e determinato con i soggetti decisionali. Confesercenti ha ritenuto utile partecipare alla manifestazione organizzata da un’altra sigla sindacale qualche settimana addietro, perchè vive e condivide, insieme ai propri iscritti, le difficoltà espresse, ma anche per dare un segnale di unità dell’intera categoria. Adesso però non bisogna essere autoreferenziali ed alimentare irresponsabilmente tensioni inutili e dannose per tutti, tra gli stessi operatori economici e nei confronti della comunità locale. In questo momento, è più che mai necessaria lucidità, compattezza e solidarietà tra le imprese, le categorie ed il territorio. Occorre infatti coinvolgere gli altri segmenti del terziario, dell’artigianato, del mondo produttivo e dei servizi professionali colpiti dal caro energia e dall’inflazione, le famiglie che vivono lo stesso disagio e le incertezze sul futuro, che giocoforza provocano anche una contrazione della spesa, ed i consumatori, sui quali si scarica il peso degli aumenti, che non sono affatto una controparte, ma i clienti che determinano il successo delle nostre attività. Non possiamo, infine, dimenticare che nonostante le specificità locali del problema, la questione ha una portata ed un rilievo nazionale ed internazionale. Pertanto è necessario allargare la mobilitazione, saldandoci alle realtà che come noi stanno chiedendo interventi al governo e alla Commissione europea, a partire dal Mezzogiorno e dalle aree interne. La protesta generica, l’ipotesi di continue serrate che priverebbero i commercianti di ulteriori margini di introito, le fughe in avanti e gli eccessi di protagonismo creerebbero solo confusione ed ulteriori danni alle imprese e disagi alla collettività, che rischierebbe di non comprendere”.
    “Lanciamo quindi un appello – conclude Marinelli – a tutti i commercianti, gli imprenditori e gli operatori dei diversi settori, i lavoratori del comparto, i cittadini, le associazioni di categoria e le istituzioni locali a collaborare nella definizione di una proposta del sistema produttivo e del territorio irpino, per affrontare questa crisi. Da parte nostra, siamo pronti ad avviare i contatti con tutti i rappresentanti della provincia di Avellino in Parlamento, per consegnare un documento complessivo sulle criticità, che contenga richieste di intervento precise”.

    - Advertisement -

    Continua su Avellino Zon

    Latest Posts

    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img