Costruzioni abusive in zone a rischio sismico



0
Baiano

A Moschiano, a seguito di controlli, sono state identificate diverse abitazioni costruite abusivamente in zone a rischio sismico

I Carabinieri della Compagnia di Baiano, a seguito di predisposti servizi volti al contrasto dei reati in materia edilizia ed ambientale, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, sette persone, tutte residenti in comuni del Vallo di Lauro.

Costruzioni abusive in zone a rischio sismico
Costruzioni abusive in zone a rischio sismico

In particolare, i militari della Stazione di Quindici, unitamente a personale dell’Ufficio Tecnico del Comune, all’esito di diversi sopralluoghi su più di 40 appezzamenti di terreno nella zona montana del comune di Moschiano, considerata Sito di Interesse Comunitario (S.I.C.) e ad elevato rischio sismico, hanno riscontrato la presenza di numerose costruzioni in violazione alla vigente normativa in materia edilizia.

Nello specifico, sono stati individuati edifici ad uso abitativo, ampliamento di locali, muri di cinta in cemento e passaggi carrabili, tutti realizzati in assenza delle autorizzazioni previste dalla legge, soprattutto in considerazione della pericolosità del rilevante rischio sismico.

Al termine degli accertamenti è stato altresì interessato il Comune per l’emissione di apposita ordinanza di ripristino dello stato dei luoghi a carico delle persone risultate titolari delle varie edificazioni.

Purtroppo questo non è un argomento nuovo per i lettori, poichè soprattutto nel periodo antecedente al terremoto dell’80 in Irpinia tali abitudini erano all’ordine del giorno; tale abitudine continua anche ora, anche se i costruttori e le varie ditte sanno di essere nel mirino di carabinieri e polizia. Neanche la burocrazia italiana riesce a fermare tale fenomeno, che rischia di mettere in pericolo persone ignare degli affari loschi che vi sono dietro.

Leggi anche