De Mita a Grottaminarda: “La politica recuperi il pensiero popolare sturziano”

0
de mita

Ciriaco De Mita a tutto campo ieri sera a Grottaminarda dove è stato intervistato dal Prof. Peppino Orlando. “Pensiero e cultura animino la politica”: questo il pressante invito dell’ex Premier

Si è svolto ieri sera a Grottaminarda, nella sala consiliare intitolata a Sandro Pertini, un intenso dibattito tra l’ex Presidente del Consiglio Ciriaco De Mita e il docente di filosofia Prof. Peppino Orlando. Numerosi, e per niente banali, gli spunti di riflessione che hanno mantenuto viva l’attenzione del folto pubblico presente in sala.

Si è discusso degli eventi più importanti della nostra storia recente, sia locale che nazionale, così come sono stati analizzati tratti essenziali del pensiero politico di leader storici, da don Sturzo a De Gasperi, da Moro a Berlinguer. Insomma, tanti ricordi e testimonianze nel tentativo di individuare un itinerario, il più possibile condiviso, su cui incanalare il percorso politico attuale.de mita

L’intervista storico-culturale è stata strutturata partendo dal ruolo dei cattolici nella politica italiana dal secondo dopoguerra fino alla fine della Prima Repubblica, per poi considerare la necessità secondo cui il pensiero popolare sturziano, in quanto “radice culturale diffusa“, deve essere il substrato dove impiantare l’odierno dibattito partitico nostrano.

Di questo De Mita è fortemente convinto. D’altra parte, ogni comportamento umano, e tanto più quello politico, ha bisogno di un’anima e di un pensiero solido che gli diano slancio e vigore. Di qui l’invito a valorizzare il popolarismo storico che trova la sua radice proprio nel pensiero di don Sturzo:

“Riflettiamo sulla difficile condizione politica che è sotto gli occhi di tutti –  ha affermato l’ex Premier – I partiti raccolgono esponenti senza idee. I dibattiti sono vuoti, una volta erano fucina di opinioni ed ipotesi. Oggi la sola cultura che rimane e che deve essere rivalutata è quella popolare: essa ha una straordinaria capacità di previsione perché è profetica. D’altronde il confronto tra il Partito Popolare e la Sinistra italiana è stata la condizione per la trasformazione del nostro Paese”

Il dibattito è stato moderato dal giornalista de “Il Mattino” Edoardo Sirignano. Presenti, tra gli altri, oltre al Sindaco di Grottaminarda dott. Angelo Cobino, l’On. Giuseppe De Mita, il Sindaco di Flumeri Angelo Lanza, il Presidente di Confindustria Avellino Pino Bruno, e il Consigliere provinciale Giovanni Romano.