lunedì - 6 Luglio 2020

Coronavirus, altri 5 casi in Irpinia. Incubo nuovo focolaio

Sale vertiginosamente il numero dei cari di Coronavirus in Irpinia nella giornata di oggi. Altri 5 casi a Santa Lucia di Serino Dopo il caso...
More

    Solofra: grazie a Don Patrizio Coppola nasce l’università dei videogiochi

    Ultime Notizie

    Coronavirus, altri 5 casi in Irpinia. Incubo nuovo focolaio

    Sale vertiginosamente il numero dei cari di Coronavirus in Irpinia nella giornata di oggi. Altri 5 casi a Santa Lucia di Serino Dopo il caso...

    Parco Manganelli riapre i cancelli, ancora tanti i lavori da fare

    Parco Manganelli riapre i cancelli dopo otto mesi dalla chiusura avvenuta lo scorso novembre per motivi di incolumità pubblica  Ad Avellino, finalmente il Parco Manganelli...

    Montella: il santuario del SS Salvatore riaperto dopo il restauro

    Sabato 27 giugno è stato riaperto il Santuario del SS Salvatore di Montella, emblema della fede dei cittadini. Ecco l'intervista alla restauratrice Margherita Gramaglia Montella...

    Coronavirus, un uomo di 69 anni positivo adesso è ricoverato al Moscati

    Un uomo di 69 anni risultato positivo al Coronavirus, è stato ricoverato presso l'ospedale Moscati di Avellino Aggiornamento - "Questa mattina, purtroppo, ci è arrivata...

    Uscito anche su Panorama,che ha definito il nostro caro Don Patrizio Coppola come “Padre Joystick”, il prete è un fiume in piena: grazie a lui a Solofra è nata l’Università dei videogiochi

    [ads1] Il futuro autore di fumetti potrebbe formarsi in Irpinia grazie all’impegno di un sacerdote di provincia. L’impresa di portare in Irpinia un’altra Università dopo la facoltà di enologia dell’Università Federico II di Napoli, è di Don Patrizio Coppola di Contrada, uno di quei preti che non si ferma alla celebrazione dell’eucarestia o al catechismo del sabato pomeriggio. No! Il suo impegno quotidiano è al fianco dei malati ospedalieri; insegna a scuola e il suo impegno è diffondere il verbo, anche in tv!

    - Advertisement -

    Ma è vivendo la comunità che ha maturato l’idea di fare qualcosa per i giovani dando vita nel 2013 a Iudav – l’Istituto universitario digitale di animazione e videogiochi – che nel 2017 avrà sede nel comune di Solofra dove sorgerà il Campus Universitario.

    Ha la durata di tre anni il corso di Laurea in “Digital Arts“, 22 docenti (Piermarco Rosa, Alfredo Postiglione, Fulvia Coppola, Angelo Pastore, Michele Citro, Riccardo Cangini, per citarne alcuni) 26 materie, esami semestrali, stage intercorso, circa 100 iscritti provenienti da tutta Italia (l’iscrizione è a numero chiuso), Iudav oggi è una realtà unica e ben radicata che ha creduto nel sogno di un prete e sulle proprie forze

    “quando è nata l’Università nel 2013 abbiamo contato soltanto sulla quota di iscrizione degli alunni, senza alcun sovvenzionamento pubblico” – dice fiero Don Patrizio che dopo tre anni a pieno ritmo è già pronto al passo successivo “grazie all’accordo con l’istituto Vhei(Valletta higher education institute) di Malta ed il riconoscimento del Ministero dell’Educazione maltese, la laurea sarà riconosciuta in tutta Europa e nel Commonwealth. Inoltre avremo la possibilità di effettuare anche i due anni di specializzazione e seguire i ragazzi nel dottorato. Stiamo facendo un lavoro immane”.

    La sede si sposterà da Pozzuoli a Solofra dove sorgerà il campus universitario, sono già in corso i lavori nella nuova sede per renderla idonea alle attività didattiche. Una struttura di 800 metri quadri, vicina all’Università di Salerno e alla città di Avellino.

    Marketing, animazione 3D, programmazione, sceneggiatura, regia sono solo alcune delle materie che si studiano allo Iudav grazie anche all’utilizzo dei più sofisticati software. Tutto è fornito dall’Università, finanche i Pc da portare a casa per studiare; perché la parola d’ordine è studiare per realizzare giochi, tutti i giorni per 8 ore seguiti dai professori in classi di massimo 25 persone. Si alternano lezioni teoriche a quelle pratiche. Don Patrizio

    L’Università di studi in videogiochi e animazione, oltre a quello degli studenti, ha attirato anche l’interesse di testate nazionali come Panorama che hanno definito Don Patrizio “Don Joystick” ma nonostante tutto ha ricevuto scarsa attenzione dalla politica e dalle amministrazioni locali che pur hanno investito fior di milioni di euro (26 per la precisione) per realizzare poli di eccellenza (e relativi corsi di laurea) che, tranne per Teora (Economia aziendale del turismo), non hanno ancora visto la luce a Montoro(Artigianato), Gesualdo (Musicale), Ariano Irpino (Alberghiero – Agroalimentare) ed Avellino (Enologia).

    Tra gli iscritti allo Iudav c’è anche l’avellinese Fidalma Conte in arte Yuniiho, diciannovenne che spopola tra Instagram e Facebook e che ha già pubblicato con con la casa editrice Megasenpai il suo fumetto: AMALIA maidream cafè.

    Dopo aver chiuso il ciclo di studi universitari con la specialistica Don Patrizio ha un altro progetto da realizzare “il Catechismo della Chiesa Cattolica in videogiochi. Sarebbe rivoluzionario ed allo stesso tempo avrebbe certamente più influenza sui giovani.

    Fonte foto: Google Immagini

    [ads2]

    Latest Posts

    Coronavirus, altri 5 casi in Irpinia. Incubo nuovo focolaio

    Sale vertiginosamente il numero dei cari di Coronavirus in Irpinia nella giornata di oggi. Altri 5 casi a Santa Lucia di Serino Dopo il caso...

    Parco Manganelli riapre i cancelli, ancora tanti i lavori da fare

    Parco Manganelli riapre i cancelli dopo otto mesi dalla chiusura avvenuta lo scorso novembre per motivi di incolumità pubblica  Ad Avellino, finalmente il Parco Manganelli...

    Montella: il santuario del SS Salvatore riaperto dopo il restauro

    Sabato 27 giugno è stato riaperto il Santuario del SS Salvatore di Montella, emblema della fede dei cittadini. Ecco l'intervista alla restauratrice Margherita Gramaglia Montella...

    Coronavirus, un uomo di 69 anni positivo adesso è ricoverato al Moscati

    Un uomo di 69 anni risultato positivo al Coronavirus, è stato ricoverato presso l'ospedale Moscati di Avellino Aggiornamento - "Questa mattina, purtroppo, ci è arrivata...