venerdì - 10 Luglio 2020

Sanità, i sindacati proclamano lo stato di agitazione

Proclamazione stato di agitazione e richiesta di convocazione per procedura conciliativa presentato al Prefetto di Avellino sui lavoratori della Sanità Pubblica Le scriventi Organizzazioni Sindacali...
More

    “Ecco come la kickboxing mi ha cambiato la vita”

    Ultime Notizie

    Sanità, i sindacati proclamano lo stato di agitazione

    Proclamazione stato di agitazione e richiesta di convocazione per procedura conciliativa presentato al Prefetto di Avellino sui lavoratori della Sanità Pubblica Le scriventi Organizzazioni Sindacali...

    Elezioni Regionali, ecco i 4 candidati irpini del Movimento 5 Stelle

    ELEZIONI REGIONALI, PRESENTATA LA SQUADRA DEL MOVIMENTO 5 STELLE. SUL PALCO CON VALERIA CIARAMBINO ANCHE I 4 CANDIDATI IRPINI Il Movimento 5 Stelle dà il via...

    Atripalda, richiesta per la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

    Il gruppo "IDEA Atripalda" ha richiesto, con una nota protocollata presso il Comune di Atripalda, di concedere della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki,...

    Baiano, ricambi auto a prezzo conveniente denunciata 60enne per truffa

    RICAMBI PER AUTO A PREZZO CONVENIENTE: 60ENNE DENUNCIATA PER TRUFFA DAI CARABINIERI DI BAIANO I Carabinieri della Stazione di Baiano, prendendo spunto dalla segnalazione da...

    Testimonianza della giovane 30enne di Grottaminarda, Carmela Grillo. “Ero una ragazza timida e insicura, questo sport mi ha fatto diventare più forte”

    Ci sono storie belle da raccontare, storie che emanano passione, riscatto, forza di volontà. Una di queste è quella di Carmela Grillo, di Grottaminarda, 30 anni, mamma di due bimbi piccoli. La vita stabile di oggi, non sarebbe stata la stessa se un pomeriggio di 13 anni fa, per puro caso, non si fosse trovata in una palestra a praticare la kickboxing. Eh si, la kickboxing, la passione, il fulcro, o faro come dice lei, del suo cambiamento. Abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con la giovane, per ricostruire un’esperienza di grande valore umano.

    - Advertisement -

    Carmela, sappiamo che hai una passione per la kickboxing e che hai frequentato una palestra per parecchio tempo anni fa. Come ti sei avvicinata a questa disciplina?

    “Circa 13 anni fa mi sono avvicinata a questa disciplina in modo del tutto inaspettato e casuale. Fu il mio ex fidanzato a propormi di fare qualche lezione di kickboxing. Quando arrivai in palestra ero molto impacciata anche perché ero molto diversa come persona rispetto ad ora, molto timida, introversa. Temevo il giudizio degli altri. Non avevo grosse aspettative su questo sport. Invece fu amore a prima vista, con tutto il mondo della palestra. Dopo un po’ quello che all’epoca era il mio fidanzato decise di smettere e impose anche a me di fare lo stesso. A lui, possessivo e geloso, non andava che io continuassi a fare uno sport frequentato principalmente da maschi. Per la prima volta io riuscì a impormi e gli dissi di no. Continuai per la mia strada con questa disciplina che tanti benefici mi ha portato come persona”.

    Ti senti di essere cambiata molto caratterialmente rispetto alla ragazzina timida che eri 13 anni fa?

    “Assolutamente sì. Io ero una persona introversa, anche poco equilibrata se vogliamo, anche per via degli sbalzi d’umore tipici degli adolescenti. Temevo il giudizio degli altri e mi sentivo inadeguata nelle situazioni. In palestra invece mi sono sentita come a casa, in famiglia. Sono completamente cambiata, sviluppando doti empatiche, aprendomi e diventando il contrario di quello che ero allora. Credo che possa aiutare molto le persone che si trovano nelle situazioni in cui mi trovavo io“.

    “VIVIAMO IN UN MONDO IN CUI LA DONNA VIENE ANCORA CONSIDERATA POCO. LA KICKBOXING AIUTA LORO A DIFENDERSI”

    Credi che ci sia ancora una sorta di pregiudizio verso questo sport, ritenuto forse ancora “troppo maschile” da una larga fetta di popolazione? Credi che questo tabù possa essere sconfitto col tempo e con la consapevolezza?

    Sì, penso che esista ancora questo tabù, tabù che considera gli sport da combattimento per gli uomini e la danza per le donne. Col tempo, facendo conoscere questa disciplina, si può sconfiggere il pregiudizio, ma bisogna parlarne nelle scuole, nelle piazze, nei giornali. Le donne debbono capire che fare uno sport da combattimento non rende meno femminili ma anzi è un valore aggiunto, che aiuta anche a far sì che la donna possa comprendere i segnali di un amore malato e a difendersi da essi.

    Non è difficile trovarsi in situazioni in cui la donna rischia, purtroppo viviamo in un mondo in cui la donna viene ancora considerata troppo poco. Necessario far capire a tutti che noi donne valiamo e che siamo in grado di difenderci”.

    A proposito di questo, ad Ariano Irpino alcuni mesi fa c’è stato l’evento “Amare è difendersi” (organizzato da Inn Sport, Rotaract Avellino Est e Goshin Ryu Kickboxing), collegato proprio al valore della difesa personale della donna tramite kickboxing. Hai intenzione anche tu di proporre personalmente delle iniziative per incentivare in ciò?

    “Sì, ne ho parlato già anche con Michele Ferraro, allenatore della Goshin Ryu Kickboxing e fra gli organizzatori di Amare è difendersi. Io spero di ritornare in palestra un giorno non molto lontano, per dare il mio supporto alla squadra e soprattutto per portare la mia testimonianza alle donne per far sì che imparino la difesa personale. Quale miglior modo se non la testimonianza di un’altra donna? A me ha aiutato tanto, ripeto, e sarò ben lieta di aiutare Michele (qui la nostra intervista al campione e coach) e la Goshin Ryu Kickboxing ad avvicinare questo sport alle donne, ma anche a chi è vittima di bullismo, a chi non riesce a contenere la rabbia. Questo sport davvero è importante per tutto e per tutti”.

    “SE SONO DIVENTATA UNA DONNA FORTE ED UN FARO PER I MIEI BIMBI LO DEVO A QUESTO SPORT”

    Ora sei mamma di due bambini. Questa esperienza ti ha dato una mano anche nell’affrontare il ruolo di mamma? Immagino che consiglieresti anche a loro di intraprendere questa strada…

    “Sì, aver praticato questo sport mi ha permesso anche di mandare avanti la situazione familiare in modo equilibrato, perché mi ha dato il modo anche di impormi con i miei figli. Mi ha dato modo di diventare una donna forte, un faro, ed è questo che vedono i miei bimbi quando mi guardano. Ho sempre fatto vedere ai miei figli i miei ricordi di quando praticavo kickboxing, dei miei premi, dei miei guantoni…

    Loro sono orgogliosi di ciò. La bimba più grande, di 10 anni, già frequenta karate e mi farebbe molto piacere se intraprendesse più in là anche kickboxing, sarebbe un po’ la continuazione del mio sogno”.

    Hai parlato di premi. Complimenti innanzitutto per le tue vittorie. Vuoi raccontarci qualcosa? Le emozioni vissute in quei momenti?

    “Io ho fatto gare per circa 3 anni, ci sono state gare in cui ho vinto. Che dire…una gioia per me, che nella vita non avevo mai vinto niente. Soddisfazione non solo per me, ma anche per il mio maestro, per la mia squadra. Non si vince solo per se stessi, ma si vince per tutto il lavoro che c’è dietro la squadra. A loro ho dedicato le mie vittorie, per avermi sempre sostenuto. Ancora più importante le sconfitte perchè mi hanno dato occasioni di migliorarmi ancora di più e di reagire dopo una caduta. Rialzarsi dopo essere caduti è la cosa più bella che una persona possa fare“.

    Leggi anche: Castel Baronia, alla guida senza patente 30enne denunciato

    Continua su avellinozon

     

     

     

     

    Latest Posts

    Sanità, i sindacati proclamano lo stato di agitazione

    Proclamazione stato di agitazione e richiesta di convocazione per procedura conciliativa presentato al Prefetto di Avellino sui lavoratori della Sanità Pubblica Le scriventi Organizzazioni Sindacali...

    Elezioni Regionali, ecco i 4 candidati irpini del Movimento 5 Stelle

    ELEZIONI REGIONALI, PRESENTATA LA SQUADRA DEL MOVIMENTO 5 STELLE. SUL PALCO CON VALERIA CIARAMBINO ANCHE I 4 CANDIDATI IRPINI Il Movimento 5 Stelle dà il via...

    Atripalda, richiesta per la cittadinanza onoraria a Patrick Zaki

    Il gruppo "IDEA Atripalda" ha richiesto, con una nota protocollata presso il Comune di Atripalda, di concedere della cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki,...

    Baiano, ricambi auto a prezzo conveniente denunciata 60enne per truffa

    RICAMBI PER AUTO A PREZZO CONVENIENTE: 60ENNE DENUNCIATA PER TRUFFA DAI CARABINIERI DI BAIANO I Carabinieri della Stazione di Baiano, prendendo spunto dalla segnalazione da...