Emergenza climatica valle solofrana, l’appello di Legambiente e Fridays For Future

0
valle solofrana

CIRCOLO LEGAMBIENTE VALLE SOLOFRANA E FRIDAYS FOR FUTURE AVELLINO CHIEDONO AI COMUNI DI SOLOFRA E MONTORO DI DICHIARARE L’EMERGENZA CLIMATICA

“Seppur le preoccupazioni quotidiane ci fanno sottovalutare il riscaldamento globale, impedendoci di avvertire i Cambiamenti Climatici come il problema della nostra epoca, i fenomeni atmosferici estremi e le alte temperature ci costringono sempre più a prendere consapevolezza di una emergenza in atto. Non solo la popolazione ma anche i politici non trattano l’emergenza come tale, facendo erroneamente percepire che la situazione è sotto controllo”, l’appello di Legambiente Valle Solofrana e Fridays for Future Avellino.
valle solofrana
“I soci del Circolo Legambiente “Valle Solofrana” e i giovani di Fridays For Future (FFF) Avellino hanno inoltrato ai comuni di Solofra (prot.n. 10188 del 11/07/2019) e Montoro (prot.n. 19460 del 11/07/2019) la richiesta di Dichiarazione di Emergenza Climatica (DEC). Proprio i giovani, in modo dirompente, sia il 15 marzo che il 24 maggio scorsi, hanno riempito le piazze di tutto il mondo, anche ad Avellino, per i Global Strike for Future, per dire ai governi di tutto il mondo che non c’è più tempo e per chiedere loro di agire, perché non c’è un “Pianeta B”. È stata Greta Thunberg, la ragazza svedese, simbolo della green revolution, a farci riflettere che la nostra casa è in fiamme e nessuno può permettersi di perdere tempo o “scherzare con il fuoco”.
Con la DEC, un atto politico e di presa di responsabilità, chiediamo ai consigli comunali di Solofra e Montoro di tenere conto in ogni azione o iniziativa amministrativa degli effetti che questa comporta sul clima. Quindi dare massima priorità al contrasto al cambiamento climatico nell’agenda dell’Amministrazione comunale e concorrere insieme alle altre amministrazioni al contenimento dell’aumento della temperatura globale entro 1,5°C e fissare un obiettivo di azzeramento delle emissioni nette di gas climalteranti entro il 2030.
Altra richiesta è invitare proprio tutte le istituzioni territoriali, a partire dalla Regione Campania, a varare analoghi provvedimenti, applicando il principio di giustizia climatica, poiché i costi della transizione non devono gravare sulle fasce più deboli della popolazione ma devono essere sostenuti soprattutto da chi ha causato maggiormente i danni ambientali”.