Enrico Preziosi vende il Genoa. Possibile acquisizione dell’Avellino?

0
Preziosi, Avellino

Con il Genoa messo in vendita, per l’attuale presidente dei Grifoni si aprirebbero le porte per l’ingresso nella società dell’Avellino. Solo una suggestione o c’è qualcosa di più?

Al momento, le voci che vogliono Enrico Preziosi come nuovo presidente dell’Avellino possono essere classificate solo come “chiacchiere da bar”, eppure un fondo di verità potrebbe anche esserci, anche alla luce del fatto che di recente, il numero uno dei Grifoni ha messo in vendita le quote della società. Vediamo da cosa sarebbe potuto nascere questo interesse per l’ingresso in società da parte di Preziosi.

Preziosi, Avellino
Enrico Preziosi, attuale presidente del Genoa e proprietario della famosa catena di giocattoli “Giochi Preziosi”

DA COSA NASCE COSA – Un detto che si associa bene alla situazione che si è sviluppata nelle ultime settimane ed anche più. Genoa ed Avellino hanno sempre avuto un buon rapporto in sede di mercato, se pensiamo agli arrivi in rossoblù di Armando Izzo prima e di Davide Biraschi poi, ma non solo. Verso fina giugno, è stata intavolata una maxi-operazione tra le due società, che porterà Omeonga al Genoa e quantomeno il giovane Asencio in biancoverde. Stando alle parole di Walter Taccone, nella conferenza stampa di presentazione del nuovo main sponsor, il signor Enrico Preziosi, irpino, gli avrebbe detto che adesso era il momento per aiutare un po’ la sua città. Piccolo indizio su quanto potrebbe accadere.

APERTURAPreziosi potrebbe essere interessato, e Taccone in merito non chiude certamente le porte, avendo affermato che in sede di trattative avevano parlato solo di mercato, ma che nel caso in cui fosse stato interessato all’acquisizione di alcune quote societarie, ne avrebbero discusso con tranquillità. Certo, l’interesse di Preziosi per l’Avellino non vorrebbe dire obbligatoriamente un ingresso in società, ma anche solo una semplice sponsorizzazione.

Enrico Preziosi ha messo in vendita il Genoa. Dopo aver fatto buone cose in terra ligure, è possibile che il numero uno dei giocattoli voglia costruirne uno nuovo per farlo ritornare in alto? Si vedrà, ma per il momento non sono altro che suggestioni.