domenica - 27 Settembre 2020

Montoro, incidente mortale sul Raccordo Salerno – Avellino

Auto finisce contro il guardrail sul Raccordo Salerno - Avellino, all’altezza del comune di Montoro. Morto sul colpo il conducente Incidente mortale lungo il raccordo...
More

    Una volta era bello andare allo stadio (ed al palazzetto)

    Ultime Notizie

    Montoro, incidente mortale sul Raccordo Salerno – Avellino

    Auto finisce contro il guardrail sul Raccordo Salerno - Avellino, all’altezza del comune di Montoro. Morto sul colpo il conducente Incidente mortale lungo il raccordo...

    Mercogliano, lavoro di squadra fronteggia i danni del maltempo

    L’allerta meteo di questi giorni ha interessato anche il comune di Mercogliano, che con un lavoro di squadra è riuscito a fronteggiare i danni...

    Lioni, primo caso di positività al Coronavirus

    A comunicare il nuovo caso di positività al Coronavirus è stato il sindaco del Comune di Lioni Yuri Gioino dal suo profilo Facebook Lioni -...

    Ariano Irpino, attacco a Franza risponde l’ex assessore D’Antuono

    Riceviamo e pubblichiamo la nota dell'Ex assessore di Ariano Irpino con delega alla Cultura e al Patrimonio Storico e Archeologico Francesco D'Antuono Ariano Irpino -...

    Nelle ultime annate negli impianti di Contrada Zoccolari si è registrato un trend di presenze negativo. Cosa è successo? Eppure una volta era bello andare allo stadio

    Nelle ultime settimane il patron Taccone è tornato alla carica riguardo il problema dell’affluenza allo stadio Partenio-Lombardi. Il leitmotiv è sempre lo stesso: “agli investimenti fatti la gente non risponde.”

    - Advertisement -

    I dati, in realtà, sbugiardano un po’ il Presidente. Prendendo in analisi la stagione scorsa l’Avellino si piazza al 6° posto in graduatoria con una media di oltre 7 mila presenze a partita (sulle 10mila disponibili), anticipando realtà dal bacino d’utenza più ampio come Pescara e Livorno.

    Quest’anno la media è leggermente in calo, sono poco più di 400 le presenze medie che mancano all’appello, ma c’è comunque tutto il girone di ritorno da giocare ed il sentito derby contro la Salernitana che sicuramente farà registrare il sold out. Il Presidente, inoltre, non può non constatare che quella avellinese è una delle tifoserie che numericamente si sposta maggiormente durante le trasferte; la decisione del direttivo della curva sud di tesserarsi (scatenando molte polemiche nel panorama ultras) ha sicuramente influenzato molto.

    Il dato però non deve far sorridere, se è vero che come presenze medie lo stadio Partenio-Lombardi è tra i primi in Serie B è anche vero che rapportate a quasi una decade fa questi numeri fanno sorridere. La settimana scorsa mentre ero ospite della trasmissione Linea Verde Sport su ITV in compagnia di due bandiere di uno dei momenti d’oro dell’Avellino, Puleo e Molino, si discuteva proprio su questi numeri.

    Se è vero che la repressione, ossia il biglietto nominativo, la tessera del tifoso e tutti i controlli all’ingresso, hanno scoraggiato diversi appassionati è anche vero che il calo degli spettatori è troppo visibile. Simone Puleo, a riguardo di quest’ultimo punto, ricordava come in una gara pomeridiana ed infrasettimanale lo stadio registrava il tutto esaurito. Erano altri tempi. Era l’annata di Vullo, quando non c’erano le dirette Tv ed allo stadio potevi andarci con tranquillità portando tutta la famiglia.

    Da quelle annate nostalgiche il calo può essere approssimato in ben 20mila presenze in meno (ricordate le sfide contro il Rimini e contro il Napoli?), tutto ciò non può essere solo legato alla già citata repressione, alle dirette tv ed alla querelle “logo“. Nessuno però sa dare una risposta, il dibattito è ancora aperto.

    stadio
    La curva sud in occasione delle Final Eight nel 2010

    A pochi metri di distanza la Scandone non se la passa meglio. Da parte della società però nessun monito, nessun appello. Il patron De Cesare, sempre meno attento alle vicende della squadra, sembra aver inglobato totalmente la Scandone nell’azienda Sidigas. La gestione della campagna abbonamenti ne è la prova, l’ing. Gianandrea De Cesare dovrebbe ricordarsi però che la Scandone non può essere trattata come merce di scambio per portare più contratti all’azienda ma deve essere trattata come una delle società sportive più gloriose del sud Italia.

    Dopo i fasti dell’annata della Coppa Italia con la conseguente partecipazione all’Eurolega, il Pala del Mauro ha attraversato un periodo di calo delle presenze, in particolare nelle ultime annate sotto la gestione Valli prima e Vitucci poi. Se è vero che, in ogni caso, la Sidigas Avellino sta disputando la sedicesima stagione consecutiva nel massimo campionato di basket è anche vero che oggettivamente i pienoni che almeno prima venivano fatti contro le big del campionato ora sono solo pura utopia.

    Il disinnamoramento generale è visibile anche nella parte calda del tifo, una curva che negli anni passati era il punto forte della Scandone da qualche annata sembra più spenta del solito. C’è poco o forse molto da imputare agli Original Fans , se da un lato negli ultimi giorni hanno lanciato appelli al pubblico per riempire il palazzetto e molte sono le iniziative a cui si dedicano dall’altro lato il ricambio generazionale non ha garantito la costanza dell’era precedente.

    Il vuoto delle presenze si andrà colmando con i risultati positivi, nel frattempo, ai più nostalgici, farebbe piacere risentire Yellow Submarine e Go West. Canzoni che hanno segnato ere e che sarebbero in grado di far dimenticare i pensieri più maligni agli scettici.

    Latest Posts

    Montoro, incidente mortale sul Raccordo Salerno – Avellino

    Auto finisce contro il guardrail sul Raccordo Salerno - Avellino, all’altezza del comune di Montoro. Morto sul colpo il conducente Incidente mortale lungo il raccordo...

    Mercogliano, lavoro di squadra fronteggia i danni del maltempo

    L’allerta meteo di questi giorni ha interessato anche il comune di Mercogliano, che con un lavoro di squadra è riuscito a fronteggiare i danni...

    Lioni, primo caso di positività al Coronavirus

    A comunicare il nuovo caso di positività al Coronavirus è stato il sindaco del Comune di Lioni Yuri Gioino dal suo profilo Facebook Lioni -...

    Ariano Irpino, attacco a Franza risponde l’ex assessore D’Antuono

    Riceviamo e pubblichiamo la nota dell'Ex assessore di Ariano Irpino con delega alla Cultura e al Patrimonio Storico e Archeologico Francesco D'Antuono Ariano Irpino -...