Erra: «L’Avellino è una squadra forte, non c’era differenza sul piano fisico»



0
Erra

«È stata una partita giocata a viso aperto, tra due compagini che si sono equivalse» ha dichiarato l’allenatore della Paganese, Alessandro Erra

Il tecnico della Paganese, Alessandro Erra, ha analizzato il pareggio per 2-2 nel turno di Coppa Italia contro gli uomini di mister Giovanni Ignoffo.

Queste le sue parole: «È stata una partita giocata a viso aperto, tra due squadre che si sono equivalse. È stata una gara piacevole, nonostante il caldo, con buoni spunti. Abbiamo fatto intravvedere buone giocate con tanti ragazzi, commettendo degli errori che ci stanno per una formazione giovane come la nostra. Il fatto di essere andati due volte in svantaggio ed essere riusciti poi a recuperare, mostra una predisposizione nel non sentirsi sconfitti in partenza e nel giocarsela fino alla fine.

Sicuramente dovremo aggiustare alcune cose, eravamo anche in emergenza – ha precisato Erra – È stata un’occasione per vedere alcuni elementi all’opera, infatti in queste due partite (la prima è stata disputata al “San Nicola” di Bari contro i Galletti, ndr) abbiamo fatto giocare un po’ tutta la rosa, quindi è giusto fare una sorta di valutazione dopo un ritiro abbastanza duro.Erra

Era normale fossimo un po’ appesantiti – ha aggiunto mister Erra – C’erano dei giocatori che hanno tirato la carretta fino ad ora, soprattutto i difensori che in questo periodo hanno giocato sempre novanta minuti ogni tre giorni. Comunque c’è sicuramente una buona base su cui lavorare.

L’Avellino è una squadra forte. Noi abbiamo iniziato tre o quattro giorni prima rispetto ai biancoverdi, quindi tutta questa differenza sul piano fisico obiettivamente non c’era. Di certo sono due compagini che, con le dovute accortezze in vari reparti, possono fare un buon campionato».

Leggi anche