domenica - 20 Settembre 2020

Coronavirus, ancora quattro casi in Provincia di Avellino. Ecco dove

Altri quattro casi di positività al Coronavirus in Provincia di Avellino, come comunica l'Azienda Sanitaria Locale due sono di Avellino ed altri due a...
More

    “Exit”, la presentazione del corto d’animazione tutto irpino

    Ultime Notizie

    Coronavirus, ancora quattro casi in Provincia di Avellino. Ecco dove

    Altri quattro casi di positività al Coronavirus in Provincia di Avellino, come comunica l'Azienda Sanitaria Locale due sono di Avellino ed altri due a...

    Calitri, furto cavi elettrici ladri in fuga all’arrivo dei Carabinieri

    Sono stati messi in fuga dai Carabinieri di Calitri i ladri di cavi elettrici che erano all'opera questa notte nel comune altirpino Calitri - I...

    Avellino, ai domiciliari scoperto in possesso di stupefacenti

    AVELLINO – AI DOMICILIARI, SORPRESO DAI CARABINIERI IN POSSESSO DI STUPEFACENTI: 43ENNE IN CARCERE La lotta senza quartiere allo spaccio in Irpinia da parte dei...

    Calcio dilettantistico, nasce l’Asd Bagnoli Irpino Calcio 2020

    Dopo anni di fermo ritorna nel calcio dilettantistico anche Bagnoli Irpino con una nuova società ed un nuovo presidente In un anno così difficile come...

    Ieri sera il Circolo della Stampa di Avellino ha ospitato la proiezione del corto d’animazione “Exit” e il successivo incontro con gli autori. Si tratta di quattro ragazzi irpini che hanno realizzato l’opera a costo zero. Otto minuti sul tema della scelta la cui interpretazione è affidata alla sensibilità dello spettatore

    Un automa. Il ripetersi infinito di azioni sempre uguali. 1 e 0 le uniche alternative tra cui scegliere, espresse nel linguaggio binario delle macchine. Questo è il punto di partenza di “Exit”, corto d’animazione realizzato e prodotto dall’Exit Studio degli irpini Davide Pellino, Alfonso Sandullo, Attilio Di Gaeta e Luca De Felice.

    - Advertisement -

    Ieri sera, presso il Circolo della Stampa di Avellino, è avvenuta la prima proiezione del corto. Ad introdurla gli autori stessi, insieme a Luigi Di Gennaro, coautore della colonna sonora. Quest’ultimo, al termine della visione, ha eseguito un’improvvisazione al piano proprio sul tema musicale dell’opera.

    Davide Pellino, introducendo la proiezione, ha sintetizzato così la trama:

    «Exit è incentrato sul tema delle scelte. Il protagonista è un robot programmato per compiere una serie di azioni sempre uguali, quindi vive all’interno di un ciclo da cui non può mai uscire. È incastrato in una vita. Una stanza è tutto il suo universo. Tuttavia, ad un certo punto, arriva il momento in cui può compiere una scelta, fare qualcosa di diverso, come capita a tutti noi. Questo ovviamente stravolge tutto il suo processo».

    Exit
    La presentazione di “Exit” al Circolo della Stampa

    Con i suoi otto minuti d’animazione a costo zero, maturati attraverso 3600 ore di lavoro  con l’utilizzo di programmi web gratuiti, “Exit” rappresenta senza dubbio un esordio degno di nota, oltre che un progetto originale nel panorama culturale irpino.

    Il freddo metallico dei protagonisti di questa breve opera cela contraddizioni, dubbi ed impasse umanissimi.

    Lo spettatore si ritrova catapultato in un universo in cui ogni via d’uscita sembra preclusa, o meglio, sembra ricondurre sempre al punto di partenza in un loop straniante. All’improvviso si presenta l’occasione di compiere una scelta spezzando così la ripetitiva catena di azioni. Tuttavia l’esito è, almeno in apparenza, negativo.

    Il libero arbitrio è sempre preferibile ad ogni sua negazione, anche quando può condurre all’autodistruzione. Questa una delle riflessioni che il corto può suscitare.

    Luigi Di Gennaro, nel corso del breve dibattito che è seguito alla proiezione, ha espresso così il suo punto di vista in riferimento al significato di “Exit”, soffermandosi sull’aspetto visivo:

    «Per quanto riguarda le contraddizioni, esse sicuramente sussistono in un lavoro di questo tipo, ma le contraddizioni fanno parte della vita, della società. Se un senso c’è, è l’educazione verso l’estetica che ormai si è persa. Vogliamo aiutare a riscoprire il senso del bello».

    Al di là delle considerazioni di ordine estetico, i ragazzi dell’Exit Studio hanno volutamente affidato l’interpretazione della loro opera allo spirito critico e alla sensibilità degli spettatori.

    Exit”, come dichiarato dagli autori al termine dell’incontro, verrà candidato a concorsi e festival e, nei primi giorni di gennaio, sarà pubblicato su Youtube, dove è già disponibile un trailer in due versioni: italiana e inglese.

    Latest Posts

    Coronavirus, ancora quattro casi in Provincia di Avellino. Ecco dove

    Altri quattro casi di positività al Coronavirus in Provincia di Avellino, come comunica l'Azienda Sanitaria Locale due sono di Avellino ed altri due a...

    Calitri, furto cavi elettrici ladri in fuga all’arrivo dei Carabinieri

    Sono stati messi in fuga dai Carabinieri di Calitri i ladri di cavi elettrici che erano all'opera questa notte nel comune altirpino Calitri - I...

    Avellino, ai domiciliari scoperto in possesso di stupefacenti

    AVELLINO – AI DOMICILIARI, SORPRESO DAI CARABINIERI IN POSSESSO DI STUPEFACENTI: 43ENNE IN CARCERE La lotta senza quartiere allo spaccio in Irpinia da parte dei...

    Calcio dilettantistico, nasce l’Asd Bagnoli Irpino Calcio 2020

    Dopo anni di fermo ritorna nel calcio dilettantistico anche Bagnoli Irpino con una nuova società ed un nuovo presidente In un anno così difficile come...