venerdì - 24 Settembre 2021
More

    Fase 2, intervista all’imprenditore Colicino sulla ripartenza post-covid

    Ultime Notizie

    Il giovane imprenditore di Montella Riccardo Colicino dall’Alta Irpinia lancia un messaggio di unione e collaborazione al comparto edilizio per la Fase 2 dell’emergenza

    In piena Fase 2 dell’Emergenza Covid-19 facciamo un’analisi sulla voglia di ripartire degli imprenditori irpini. Uno di questi è sicuramente Riccardo Colicino: giovane imprenditore dell’azienda Tecno Al di Montella, leader nell’installazione di infissi ad alta efficienza energetica.fase 2

    - Advertisement -

    Lei è uno dei giovani imprenditori in Alta Irpinia che ha deciso di restare, da dove è nata l’idea di investire nella propria terra e cosa è Tecno Al?

    “Fondata nel 2004 dalla trentennale esperienza di mio padre Isidoro Colicino, la Tecno Al nasce già grande, grazie alla sua maestria ed alla sua professionalità, maturata nel corso degli anni. Io ho iniziato il mio percorso in azienda come apprendista e poi con anni di sacrifici e tante soddisfazioni, sono riuscito ad assicurarmi il posto da titolare della Tecno Al. Ho fatto la giusta gavetta che già da qualche anno mi ha permesso di rilevare le quote societarie e di portare avanti il mio progetto in Alta Irpinia. Questo, ma non solo, mi ha spinto a restare qui, nella mia terra d’origine”.

    Il Coronavirus ed il blocco totale che è stata la conseguenza cosa ha comportato per la sua categoria e per tutto l’indotto dell’edilizia?

    “L’edilizia si è fermata così come l’indotto, non si poteva andare dai clienti né per prendere le misure dei lavori (nuovi contratti) né per consegnare i lavori presi. Sono vicino a tutti gli imprenditori che già stavano al limite e a cui questo virus ha dato il colpo di grazia. La nostra azienda rispetta tutte le precauzioni da tenere secondo legge, inevitabilmente il lavoro è rallentato e ci siamo concentrati soprattutto su quello interno, non aperto al pubblico, per le scadenze da rispettare. Abbiamo utilizzato questo blocco totale per formarci (online o con un bel libro), per programmare, per dare una mano a chi ne dovesse avere bisogno e per sognare. Come sempre con lo stesso ottimismo, con la stessa grinta e con la stessa determinazione”.fase 2

    Siamo in piena Fase 2 e sono state allentate le ristrettezze imposte da regioni e governo. Come si può ripartire?

    “Siamo abituati a pensare su quello che si può fare non su quello che non si può. Se vogliamo fare un’analisi generale su quello che sarà il lavoro post-covid, sicuramente il Decreto Rilancio, con le agevolazioni fiscali per chi ristruttura la propria abitazione, sarà una grande opportunità. Stiamo aspettando le linee guida sperando che saranno come previste. Questo nell’immediato. In un piano strutturale a lungo termine invece, spero un giorno che lo stato diventi amico delle piccole imprese artigiane, riducendo la pressione fiscale prima di tutto e semplificando la burocrazia. Attualmente lo stato limita il nostro sviluppo con una tassazione e burocrazia esagerata. Ma noi andiamo avanti come sempre”.

    Quali consigli oggi lei vorrebbe dare a quei giovani che cercano di restare in Alta Irpinia?

    “Come detto prima bisogna guardare a quello che si può, non a quello che non si può fare. E anche se in Irpinia ci sono tante cose che non vanno, ci sono tante cose che si possono fare, quello che io ho capito è che dobbiamo andare oltre i campanilismi e creare sinergie. Oggi è fondamentale essere uniti, lavorare a progetti comuni. Da soli non si va da nessuna parte. Parlando di Irpinia è calzante l’esempio che dobbiamo essere come i Lupi. I lupi si muovono in branco, in sinergia tra di loro. Questo dobbiamo diventare. Dobbiamo essere un branco di lupi tutti con lo stesso obiettivo”.

    La Tecno Al non si ferma, quindi, quali progetti ci sono per il futuro?

    “Il Coronavirus ha un po’ rallentato la nostra tabella di marcia, ma stiamo in questo momento storico consolidando le nostre sinergie e stiamo lavorando quotidianamente per crearne di nuove. Come sempre ricerchiamo innovazione e per noi il valore umano rimane l’aspetto principale. Per il futuro abbiamo in mente tanti progetti e tanti sogni che rappresentano la linfa vitale che ogni giorno ci spinge ad andare oltre gli ostacoli”.

    CONTINUA SU AVELLINO ZON

    Latest Posts