martedì - 27 Settembre 2022
More

    Femminile Plurale 2022: è ora di tirare le somme della terza edizione della rassegna musicale

    Ultime Notizie

    È giunto il momento di tirare le somme per la rassegna musicale Femminile Plurale, che si tiene a Montella (Av) presso il Teatro Solimene, giunta al termine della sua terza edizione e quest’anno seguita anche dal nostro giornale.

    Si è conclusa sabato 16 luglio la terza edizione della rassegna musicale “Femminile Plurale”, ideata da Gaetano Di Leo e Giuseppina Volpe ed organizzata da quest’anno dalla neo costituita associazione Atacama aps, svoltasi nel teatro Solimene di proprietà della Fondazione Capone, a Montella (Av). È una rassegna musicale dedicata a cantautrici emergenti della scena napoletana e non solo ed ha l’obiettivo ambizioso di portare in teatro, in Irpinia, la musica che ha qualcosa da raccontare e va, quindi, ascoltata. In un periodo storico in cui spesso la fruizione della musica è distratta, rapida, “di accompagnamento”, l’idea di Femminile Plurale è, invece, quella di esaltare l’ascolto ed emozionare attraverso testi per nulla scontati.

    - Advertisement -

    L’edizione 2022 si è aperta il 23 aprile con Anastasia Brugnoli, in arte Anna e l’appartamento, una giovane cantautrice veronese, con una voce potente e tante storie da raccontare. Anastasia era accompagnata al piano da Francesco Ceriani ed ha stupito un pubblico, che si è fatto trasportare nelle stanze sonore di questo simbolico “appartamento” protagonista dell’album uscito da qualche mese.

    Poi è stata la volta di Assia Fiorillo, voce delle Mujeres Creando, al suo disco d’esordio come solista, cantautrice socialmente impegnata, raffinata, molto eclettica. Assia si è fatta ammirare per la sua voce, ma ha saputo anche tenere sempre alta l’attenzione del pubblico, anche grazie alla sua band al completo (Daniele Palladino alla chitarra elettrica, Biagio Capasso al piano, Marisa Cataldo alla batteria ed Enzo Carpinone al basso).

    A giugno il sound si è fatto elettronico, quando sul palco sono salite le tre protagoniste del progetto Sillaba, Federica Ottombrino, Ludovica Muratgia e Carla Boccadifuoco. Il pubblico si è alzato a ballare durante il bis, mostrando grande coinvolgimento e confermando l’intuizione della scelta di questo nuovissimo progetto musicale.

    Infine, la rassegna si è chiusa il 16 luglio con Chiara Mariantoni, in arte ChiaraBlue, accompagnata dalla chitarra di Matteo larlori, che ha regalato al pubblico un meraviglioso viaggio tra atmosfere sud americane, tradizione cantautoriale italiana ed inediti molto intensi.

    La location di chiusura è stata quella del giardino della Fondazione Capone, adiacente il teatro, che ha incantato il pubblico, accolto dalla Cantina di Gerardo Perillo per un aperitivo al chiaro di luna. Circa 350 spettatori complessivi hanno ripagato gli sforzi organizzativi di Atacama, che porta avanti la rassegna anche attraverso il prezioso contributo di alcune attività commerciali della zona.
    La rassegna ha iniziato ad essere un punto di riferimento per i musicisti, soprattutto quelli della cd. “Na Wave”, la nuova leva cantautoriale partenopea, ed anche questo inverno andrà avanti nella sua versione al maschile “Cantastorie”.

    CONTINUA SU AVELLINO ZON

    Latest Posts

    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img
    spot_img