Fisar, corsi per sommelier: cresce il movimento del vino in Irpinia



0
Fisar

Corsi della Fisar per sommelier a Lioni e Torella dei Lombardi. In Irpinia cresce l’interesse sul vino, soprattutto nei giovani

Gerardo Perillo, delegato irpino della Fisar, la Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori, auspica una stagione all’insegna della collaborazione e della condivisione in uno dei comparti strategici dell’economia irpina. La prima giornata del corso di I livello per sommelier a Lioni ha riscosso un buon successo. Mercoledì 25 gennaio si bissa, mentre il 2 febbraio partirà il corso di III livello a Torella dei Lombardi.

«Sul vino c’è grande interesse. La crescente adesione ai nostri Fisarcorsi ed alle nostre iniziative – dichiara Perillo – è la conferma di come il movimento di settore si stia sviluppando anche in provincia. Molti giovani si avvicinano al nostro mondo con attenzione e competenza, convinti, a ragione, che il settore vitivinicolo possa rappresentare anche un’opportunità professionale. L’Irpinia vanta potenzialità enormi, non solo da un punto di vista strettamente produttivo, che vanno incoraggiate e sostenute con un’azione congiunta e mirata che coinvolga tutti gli operatori. I nostri corsi sono stati immaginati anche con l’obiettivo di formare nuovi profili professionali, fondamentali per un ulteriore salto di qualità».

Il percorso di formazione Fisar, come già detto in precedenza, è infatti organizzato su tre livelli, composto ognuno da 13 incontri ed una visita aziendale. Ricordiamo che per i primi due step, tecnici ed esperti di settore si alternano sulle tematiche legate alla viticoltura ed, in particolare, a tutte le fasi della vinificazione, l’enologia, la fisiologia dei sensi e l’analisi sensoriale. Durante ogni lezione del primo e del secondo livello è prevista la degustazione guidata di almeno tre vini. Il terzo livello è invece dedicato agli abbinamenti cibo-vino.  Al termine del terzo livello si svolge l’esame finale (con prove scritte, orali e pratiche) incentrato su tutti gli argomenti trattati nei vari livelli. Chi lo supera positivamente riceverà l’attestato di qualifica di Sommelier FISAR.

 

Leggi anche