Fismic Avellino, non si rinuncia al polo pubblico I.I.A.

0
fismic

Dalla riunione di questa mattina della Fismic di Avellino è emersa la piena volontà a non voler rinunciare al polo pubblico dell’Industria Italiana Autobus

La Segreteria Provinciale della Fismic di Avellino, allargata ai delegati Giovanni Garofano e Gerardo Novino si è riunita questa mattina presso la sede di via Circumvallazione per esaminare il preoccupante stallo in cui si trova Industria Italiana Autobus.
“Siamo fortemente preoccupati per la piega che sta prendendo la vertenza – dichiara il Segretario Generale Giuseppe Zaolino alla fine della riunione – abbiamo contattato Del Rosso questa mattina per ascoltare dalla sua viva voce le novità in merito ai contatti con Invitalia, Ferrovie e Leonardo-Finmeccanica.
La risposta di Del rosso è stata lapidaria, <<nessun contatto>>. Il nervosismo dei lavoratori di Valle Ufita è ampiamente giustificato”, continua Zaolino.
“Il 9 Novembre è dietro l’angolo e non vorremo trovarci di fronte all’ennesimo rinvio.
Dal 6 luglio ad oggi, si è perso molto tempo e in questa fase di grandi turbolenze politiche, dettate dalla manovra economica del governo, non vorremmo diventare la vittima sacrificale sull’altare dei tagli che il governo sarà costretto a fare per rientrare nei parametri Europei. Le promesse di Di Maio conclude Zaolino devono essere mantenute e non accetteremo soluzioni diverse dalla costruzione del polo pubblico, visto che in questi mesi tutti abbiamo lavorato per questo obiettivo”.