lunedì - 3 Agosto 2020

Da Bagnoli Irpino il viaggio di Pietro in bici fino a San Giovanni Rotondo

Da Bagnoli Irpino a San Giovanni Rotondo, domani inizia il viaggio di Pietro per rendere omaggio alla vita dopo tante peripezie e per la...
More

    Fismic Avellino, non si rinuncia al polo pubblico I.I.A.

    Ultime Notizie

    Da Bagnoli Irpino il viaggio di Pietro in bici fino a San Giovanni Rotondo

    Da Bagnoli Irpino a San Giovanni Rotondo, domani inizia il viaggio di Pietro per rendere omaggio alla vita dopo tante peripezie e per la...

    Laceno, il sindaco Di Capua: “Svolta eccezionale sul progetto seggiovie”

    La nota del sindaco di Bagnoli Irpino Teresa Di Capua dopo la notizia lanciata dal presidente De Luca per il finanziamento di 12 milioni...

    De Luca: esibire carta d’identità al ristorante.Nuove misure anti-covid

    De Luca, dopo l'aumento dei casi in Campania, e situazioni irresponsabili da parte di qualche imbecille  che ha fornito  false generalità al ristorante, o...

    Biodigestore di Chianche, Tropeano risponde così alla Ciarambino

    Riceviamo e pubblichiamo la nota a firma del presidente dell'Ato Rifiuti Valentino Tropeano sulla mozione della candidata del M5s Ciarambino per quanto riguarda il...

    Dalla riunione di questa mattina della Fismic di Avellino è emersa la piena volontà a non voler rinunciare al polo pubblico dell’Industria Italiana Autobus

    La Segreteria Provinciale della Fismic di Avellino, allargata ai delegati Giovanni Garofano e Gerardo Novino si è riunita questa mattina presso la sede di via Circumvallazione per esaminare il preoccupante stallo in cui si trova Industria Italiana Autobus.
    “Siamo fortemente preoccupati per la piega che sta prendendo la vertenza – dichiara il Segretario Generale Giuseppe Zaolino alla fine della riunione – abbiamo contattato Del Rosso questa mattina per ascoltare dalla sua viva voce le novità in merito ai contatti con Invitalia, Ferrovie e Leonardo-Finmeccanica.
    La risposta di Del rosso è stata lapidaria, <<nessun contatto>>. Il nervosismo dei lavoratori di Valle Ufita è ampiamente giustificato”, continua Zaolino.
    “Il 9 Novembre è dietro l’angolo e non vorremo trovarci di fronte all’ennesimo rinvio.
    Dal 6 luglio ad oggi, si è perso molto tempo e in questa fase di grandi turbolenze politiche, dettate dalla manovra economica del governo, non vorremmo diventare la vittima sacrificale sull’altare dei tagli che il governo sarà costretto a fare per rientrare nei parametri Europei. Le promesse di Di Maio conclude Zaolino devono essere mantenute e non accetteremo soluzioni diverse dalla costruzione del polo pubblico, visto che in questi mesi tutti abbiamo lavorato per questo obiettivo”.

    - Advertisement -

    Latest Posts

    Da Bagnoli Irpino il viaggio di Pietro in bici fino a San Giovanni Rotondo

    Da Bagnoli Irpino a San Giovanni Rotondo, domani inizia il viaggio di Pietro per rendere omaggio alla vita dopo tante peripezie e per la...

    Laceno, il sindaco Di Capua: “Svolta eccezionale sul progetto seggiovie”

    La nota del sindaco di Bagnoli Irpino Teresa Di Capua dopo la notizia lanciata dal presidente De Luca per il finanziamento di 12 milioni...

    De Luca: esibire carta d’identità al ristorante.Nuove misure anti-covid

    De Luca, dopo l'aumento dei casi in Campania, e situazioni irresponsabili da parte di qualche imbecille  che ha fornito  false generalità al ristorante, o...

    Biodigestore di Chianche, Tropeano risponde così alla Ciarambino

    Riceviamo e pubblichiamo la nota a firma del presidente dell'Ato Rifiuti Valentino Tropeano sulla mozione della candidata del M5s Ciarambino per quanto riguarda il...