Dopo Fitipaldo, ecco il secondo colpo: arriva Filloy

0
filloy

Nicola Alberani piazza il secondo colpo del mercato della Scandone: arriva l’ex Reyer Ariel Filloy

Nicola Alberani piazza il secondo colpo del mercato estivo della Scandone: dopo Bruno Fitipaldo e giorni di rumors, Ariel Filloy ha ufficialmente firmato l’accordo con la Sidigas Avellino.

Ariel Filloy è nato a Cordoba (Argentina) l’11 marzo 1987 ma naturalizzato italiano. Playmaker di 190 centimetri, viene lanciato in serie A2 da Rimini e si mette in mostra tanto da guadagnarsi la convocazione per l’Under 20 azzurra che conquista la medaglia di bronzo agli Europei di Nova Gorica nel 2007.
Nel 2008 la chiamata dell’Olimpia Milano, dove gioca poco, prima di passare nel marzo del 2009 a Cremona. Disputa le due stagioni successive prima con la maglia di Scafati e poi con Pistoia. Nella stagione 2013/2014 gioca tra le file di Reggio Emilia con cui conquista a Bologna l’Eurochallenge (35 presenze, 3,7 punti di media). Torna per due anni a Pistoia. Dopo una stagione a Trieste,rispondelo scorso anno alla chiamata dell’Umana Reyer Venezia. Proprio con la Reyer conquista lo scudetto segnando 7.9 media punti con il 49% da due ed il 43.1% da tre nella stagione regolare, mentre nella post season mette a referto 6.2 punti di media a partita con il 50% da due ed il 29% da tre con 2.6 di assist a gara (segnando anche il canestro decisivo di Gara4 proprio contro i Lupi).

Il DS Nicola Alberani commenta così l’accordo con l’ex play di Venezia:

“Siamo molto contenti dell’arrivo di Ariel Filloy, un giocatore che ha grande voglia e spirito combattivo. E’ fondamentale per noi portare ad Avellino atleti di mentalità, la prossima sarà una stagione difficile con una concorrenza molto agguerrita. Contiamo tantissimo sull’apporto di Ariel e siamo certi che sarà una delle colonne della prossima Scandone”.

Ancora nulla di ufficiale, invece, riguardo le posizioni dei play della stagione appena passata: il futuro di Green sembra sempre più lontano dall’Irpinia, mentre Ragland ha ricevuto offerte economicamente importanti da Russia e Turchia.