sabato - 24 Ottobre 2020

Maraia: “L’Ospedale di Ariano è una minaccia”

Il Deputato Generoso Maraia di Ariano: "Invieremo esposto contro il Direttore Sanitario Fieri e la Direttrice Generale Morgante" Attacco del Deputato del Movimento 5 Stelle...
More

    Gianmarco Crò, dall’Irpinia al cinema Rai

    Ultime Notizie

    Maraia: “L’Ospedale di Ariano è una minaccia”

    Il Deputato Generoso Maraia di Ariano: "Invieremo esposto contro il Direttore Sanitario Fieri e la Direttrice Generale Morgante" Attacco del Deputato del Movimento 5 Stelle...

    Pratola Serra, ecco la Commissione Straordinaria

    In data odierna, il Prefetto di Avellino, nelle more della formale adozione da parte del Presidente della Repubblica del provvedimento di scioglimento del Consiglio...

    Pratola Serra, Fiordellisi (Cgil): “Più trasparenza nella Pubblica Amministrazione”

    Scioglimento consiglio comunale Pratola Serra, Fiordellisi: «Più trasparenza nei civici consessi e nella Pubblica Amministrazione» Pratola Serra - «L'Irpinia non è felix: lo abbiamo detto...

    Coronavirus, 91 i casi oggi in Provincia. Ecco dove

    Venerdì nero in Provincia di Avellino per quanto riguarda i nuovi casi di positività al Coronavirus, come comunica l'Asl irpina sono 91 i nuovi...

    “Tutto può accadere nel villaggio dei miracoli” sbarca su Rai 1. Due anni dopo incontriamo Gianmarco Crò e la sua bella storia che parte dall’Irpinia

    Sono passati ormai due anni dall’uscita di “Tutto può accadere nel villaggio dei miracoli”, film a sfondo sociale in cui compariva, tra i protagonisti, l’attore Gianmarco Crò, napoletano di origine che ha mosso i suoi primi passi proprio dall’Irpinia. Dopo due anni è arrivata la soddisfazione di vedere il lungometraggio di Modestino Di Nenna trasmesso in seconda serata su Rai 1 e disponibile, ora, su Rai Play.

    - Advertisement -

    In questa occasione abbiamo avuto modo di intervistare Gianmarco Crò, per gioire insieme di come, partendo dalla nostra Irpinia, si possa avere una carriera soddisfacente.

    L’intervista

    • “Tutto può accadere nel villaggio dei miracoli” è approdato su Rai 1 ed è ora disponibile su Rai Play. Noi di Avellino Zon lo abbiamo seguito dalla sua uscita. Cosa si prova a vedersi in azione sull’ammiraglia Rai?

    Per me è motivo d’orgoglio e mi ha fatto immensamente piacere, perché è stata una cosa inaspettata. È sempre bello rivedersi in televisione in un contesto come quello di un film sociale, al di là dell’importanza mediatica, è bello che su una rete nazionale come la Rai possa essere diffuso un film sociale, dove i protagonisti sono ragazzi diversamente abili. Questa è la cosa più importante.

    • Cosa è cambiato, da allora, professionalmente?

    Nello stesso anno ho avuto una piccola partecipazione nel film di Salemme “Se mi lasci non vale” e a distanza di un anno ho avuto la possibilità di affiancare Vincenzo Salemme come assistente alla regia nel suo spettacolo “Una festa esagerata”, quindi lì è stato uno snodo importante. Ho rincorso Salemme per un po’ di tempo, con la mia voglia di crescere e di stargli accanto. Lavorarci quotidianamente è stato qualcosa di unico e molto formativo.

    gianmarco crò
    Gianmarco Crò in “Apri gli occhi”

    • Sei stato recentemente impegnato a teatro con la commedia “Apri gli occhi”, scritta e interpretata da te. Raccontaci di cosa parla.

    In scena con me ci sono anche Benedetta Rossi e Federico Nelli. Abbiamo avuto due sold out a Roma. Il debutto di questo spettacolo avvenne ad Avellino e andò comunque bene. Anche a Nola quasi pieno, due belle date prima di arrivare a Roma. Adesso ne avremo alcune tra Salerno e Amalfi a dicembre. Racconta la storia di un 18enne che, in seguito ad un incidente d’auto, perde la memoria e anche i genitori. Di pari passo, la storia presenta altri due personaggi: una ricercatrice biomedica e un semplice bidello, innamorato di lei. I due ben pensano di affittare un appartamento e fingersi genitori del ragazzo, approfittando del fatto che ha perso la memoria e sfruttando l’occasione per appropriarsi di un’eredità. per chi vuole sapere come va a finire e cosa succede, lo invitiamo a teatro!

    Gianmarco Crò
    Gianmarco Crò in “Apri gli occhi”

    • Progetti per il futuro?

    Sono in preparazione due spettacoli teatrali, uno non mio, un progetto di Marco Castaldi, che è il regista, e Paola Pessot. Saremo in scena io e lei in un testo inedito del quale non posso svelarvi ancora il titolo. Credo che saremo in scena da gennaio dell’anno prossimo. Poi, c’è una serie in cantiere di cui non sveliamo nulla perché è ancora work in progress.

    • Quali sono gli artisti con cui hai collaborato che ritieni siano stati più importanti per la tua crescita?

    In primis Vincenzo Salemme, senza nulla togliere agli altri, ma è un top player del teatro di oggi e del cinema, veramente unico. Un’esperienza importante l’ho avuta anche al fianco di Andrea Ortis nella “Divina Commedia Opera Musical”. Ho lavorato con diversi registi su Roma: Terry Paternoster, Fabrizio Arcuri, Marco Castaldi. Ho avuto esperienze anche su Rai 2 con i noti youtuber The Pills. Dal 28 al 30 novembre saremo al Roma Web Fest per la seconda volta con “Il bello, il brutto e la tipa”. Un bel po’ di progetti importanti.

    • Teatro e cultura ad Avellino: a che punto siamo?

    Sono contento che quest’anno riparta il “Gesualdo”, perché sinceramente, una città come Avellino senza un teatro e una sua stagione teatrale, veramente sarebbe un disastro, sia a livello economico che culturale. Di compagnie teatrali che si impegnano sul territorio e che facciano prodotti di qualità, sinceramente, non ne vedo molte. Credo che ci sia bisogno di un rinnovo, per avvicinare i giovani al teatro. Ci sono tante attività che potrebbero nascere ad Avellino, ma che dovrebbero essere, poi, portate fuori Avellino, quello per me è il vero risultato. Far chiudere un teatro è come chiudere il Colosseo, fare danni alla cultura e al proprio territorio dovrebbe essere reato, facciamo quindi attenzione a chi dice di amare la propria città.

    Latest Posts

    Maraia: “L’Ospedale di Ariano è una minaccia”

    Il Deputato Generoso Maraia di Ariano: "Invieremo esposto contro il Direttore Sanitario Fieri e la Direttrice Generale Morgante" Attacco del Deputato del Movimento 5 Stelle...

    Pratola Serra, ecco la Commissione Straordinaria

    In data odierna, il Prefetto di Avellino, nelle more della formale adozione da parte del Presidente della Repubblica del provvedimento di scioglimento del Consiglio...

    Pratola Serra, Fiordellisi (Cgil): “Più trasparenza nella Pubblica Amministrazione”

    Scioglimento consiglio comunale Pratola Serra, Fiordellisi: «Più trasparenza nei civici consessi e nella Pubblica Amministrazione» Pratola Serra - «L'Irpinia non è felix: lo abbiamo detto...

    Coronavirus, 91 i casi oggi in Provincia. Ecco dove

    Venerdì nero in Provincia di Avellino per quanto riguarda i nuovi casi di positività al Coronavirus, come comunica l'Asl irpina sono 91 i nuovi...