Giro d’Italia, tagliato fuori il Sud: un solo arrivo di tappa

0

L’edizione numero 102 del Giro d’Italia partirà l’11 maggio da Bologna e si concluderà il 2 giugno a Verona. Al Sud solo le briciole, con l’arrivo di tappa a San Giovanni Rotondo del 16 maggio 2019

Mercoledì 31 ottobre è stato presentato a Milano il percorso dell’edizione 2019 del Giro d’Italia. La Corsa Rosa numero 102 avrà inizio l’11 maggio a Bologna e si concluderà il 2 giugno a Verona.

 

Quello che ha lasciato stupiti è la quasi totale assenza di tappe nel meridione. Il quasi è dato dalla tappa numero 6, la Cassino-San Giovanni Rotondo, di 233 km. Poi il nulla. Eppure negli scorsi anni l’organizzazione aveva pianificato bellissime frazioni. Ricordiamo l’arrivo di Montevergine dello scorso anno, con la vittoria in solitaria dell’ecuadoriano Carapaz. Oppure gli arrivi spettacolari sull’Etna e le tappe insidiosissime degli Appennini meridionali.

Ma soprattutto il calore e l’affetto che la gente del Sud dona ai corridori non lo si trova facilmente.

Dopo l’arrivo di San Giovanni Rotondo, ideato per rendere omaggio a San Pio, la carovana si trasferirà a Vasto, e da lì si ricomincerà a salire verso nord.

Brutto passaggio a vuoto da parte dell’organizzazione del Giro d’Italia. In un’edizione finalmente per intero entro i confini italiani, fatta eccezione per uno sconfinamento a San Marino, e ricca di omaggi alla storia e al patrimonio paesaggistico della nostra penisola, almeno una tappa dedicata alle bellezze del Meridione sarebbe calzata a pennello. Peccato davvero, un piccolo neo su un Giro che si preannuncia emozionante.