Graziani: «Sarà una partita trappola, non sottovalutiamo l’avversario»

0
Archimede Graziani

«Domani giocheranno Patrignani, Tribuzzi, Parisi, uno tra Carbonelli e Scarf, Morero, Matute, Gerbaudo, Sforzini e De Vena» ha anticipato mister Graziani

Il tecnico biancoverde Archimede Graziani, rientrato dopo l’operazione alla retina dell’occhio destro, in tarda mattinata, presso la sala stampa «Angelo Scapati» dello stadio «Partenio-Lombardi», ha tenuto la consueta conferenza pre-gara.

Queste le sue parole: «Ringrazio tutti, dall’équipe medica alla mia società, per la disponibilità che mi hanno dato per questo piccolo intervento che ho dovuto fare all’improvviso; nello stesso tempo, ringrazio i ragazzi perché mercoledì hanno ancora una volta dimostrato quello che io sto dicendo dall’inizio di questa avventura. Non ho mai avuto dubbi su di loro.

Domani, contro l’Anagni Calcio, è una partita trappola, perché se pensiamo di aver risolto tutti i nostri problemi ci sbagliamo; viene una squadra che, come tutte le altre, ha voglia di dimostrare di poter far bene contro di noi e quindi ho chiesto ai miei giocatori un sacrificio, un ulteriore sforzo; spero che continuiamo questa striscia positiva, non voglio vedere rilassamento da parte di nessuno.

Alla lunga, in questo torneo le qualità vengono fuori, ma in questo momento il pericolo più grosso siamo noi, essendo un gruppo nuovo, in fase di costruzione. Quindi, preparare questa gara diventa difficile per tutti, perché se guardiamo la classifica e sottovalutiamo l’avversario abbiamo già perso, invece questo team deve tirare avanti come abbiamo fatto finora, partita per partita, perciò è un altro banco di prova».

Sul turnover: «Durante la settimana sono stati fatti dei lavori differenziati, cerco di usare quei 14, 15 calciatori che ho utilizzato finora, poi a seconda del match e delle fasi cerco di risparmiarli, però grandi variazioni penso che non ce ne siano.

I fuoriquota che domani giocheranno sono Patrignani, Tribuzzi, Parisi e uno tra Carbonelli e Scarf, mentre gli over che scenderanno in campo sono Morero, Matute, Gerbaudo, Sforzini e De Vena.Archimede Graziani

Ripeto, il fatto di essere partiti in ritardo non deve diventare un alibi, in questo momento la condizione dei miei ragazzi è ottimale; speravo di partire bene per evitare polemiche e discorsi a vanvera, però dobbiamo continuare così».

La difesa subisce una rete a partita: «Metterei la firma che quando facciamo il terzo goal, gli altri ne fanno uno; siamo comunque la migliore difesa del girone, è vero che dobbiamo blindarla però noi giochiamo con due esterni di attacco, due punte e con un centrocampista che accompagna l’azione, tante volte ci troviamo mal posizionati perché prediligo la fase offensiva che quella difensiva. Tuttavia, non è il problema principale di questo gruppo, abbiamo preso goal nel momento in cui eravamo sempre in vantaggio, tranne contro l’Albalonga.

Sforzini? Lo abbiamo scelto perché, sia attraverso i colloqui telefonici che di persona, mi ha dato quella sensazione di forza, di rivalsa, di voler far parte di un progetto ambizioso. Sono contento di Nando, perché sta migliorando giorno per giorno, penso che se darà il suo contributo potremo vivere momenti importanti».

Infine, mister Graziani elogia la dirigenza: «Penso che la cosa fondamentale, che spesso si sottovaluta, sia l’importanza della società. Mi sono subito reso conto di avere a che fare con un club formato da persone importanti, soprattutto nei contenuti, negli atteggiamenti e nei modi; al di là dell’entusiasmo dei risultati, alle spalle ho un gruppo che vuole il bene della piazza, lavorando per riportare l’Avellino nelle categorie che merita; poche altre volte ho trovato dei collaboratori così attaccati alla causa.

L’aspetto più gratificante, per me, è che il mio presidente (che è anche sui generis) non mi ha mai chiesto un risultato o un obiettivo, ma solo se siamo in condizione di poter lavorare in modo ottimale».

Per l’incontro di domani, non sono stati convocati Moreschini, Pizzella e Urbanski (aggregati alla formazione juniores), mentre Mithra è ancora out per infortuno.