Graziani: «Reazione importante da parte dei ragazzi dopo lo svantaggio»



0
Archimede Graziani

Sull’esordio di Pisano e Cuomo: «Nella mia gestione gioca chi se lo merita. Tompte? Deve ancora capire che cos’è il calcio» ha dichiarato mister Graziani

Il tecnico dei Lupi, Archimede Graziani, in sala stampa ha commentato la vittoria contro la Vis Artena.

Queste le sue parole: «Non ci voleva certamente quella partenza, però ci ha dato modo di capire dove dobbiamo ancora lavorare, anche se le palle inattive sono marcature individuali.

Tribuzzi ha fatto una buona partita nel suo ruolo naturale, mentre Carbonelli ha fatto benino – ha aggiunto mister Graziani – Abbiamo concesso troppo palleggio e quando succede guardiamo meno il posizionamento collettivo della squadra; davanti, invece, abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Comunque, oggi c’è stata una reazione importante da parte dei ragazzi dopo lo svantaggio».Archimede Graziani

Nel finale, hanno esordito Carmine Pisano e Josè Cuomo, due prodotti della Juniores: «È stata una cosa positiva perché nella mia gestione gioca chi se lo merita – ha tuonato Graziani – Non sono un amante delle statistiche, ma mi dite qual è l’ultimo giovanotto del settore giovanile che ha debuttato in prima squadra? Come già dissi tempo fa, le porte del settore giovanile sono girevoli. Detto, fatto.

Intanto, prendiamo questi 3 punti, se gli altri continuano a vincere io non ci posso fare niente. Cercheremo di migliorare, il mio obiettivo in questo momento non è la classifica ma vedere che cosa siamo stati meno bravi a fare e da martedì ricominciare a lavorare. In casa, infatti, abbiamo un trend diverso rispetto alle trasferte.

Il mercato? Ci stanno lavorando, su indicazioni precise. Di Paolantonio? È ancora sotto l’osservazione del medico e del preparatore atletico, ci sono ancora due step da superare ma, siccome intravedo qualcosa di qualitativamente importante, spero che me lo consegnino il prima possibile.Archimede Graziani

Tompte? Deve ancora capire che cos’è il gioco del calcio. Ai giovani bisogna insegnare che cosa è utile in determinati momenti. Quando l’ho messo in campo, ho pensato si creassero situazioni importanti sugli esterni per creare superiorità, ma ha fatto l’inverso di quello che gli avevo chiesto» ha concluso l’allenatore biancoverde Graziani.

Leggi anche