Grottaminarda, arrestato 73enne per coltivazione di canapa

Grottaminarda

Grazie ad Attila, il cane antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Sarno, un 73enne di Grottaminarda è stato arrestato per coltivazione di sostanze stupefacenti

Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, quotidianamente impegnati per garantire sicurezza e rispetto della legalità.

aquilonia

In tale contesto, un’altra attività è stata condotta dai Carabinieri della Stazione di Grottaminarda che, unitamente ad unità cinofile, hanno eseguito varie perquisizioni e tratto in arresto un 73enne del luogo, ritenuto responsabile del reato di “Coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti”.

RINVENUTE 5 PIANTE DI CANAPA DI OLTRE DUE METRI E MEZZO D’ALTEZZA. IL 73ENNE ORA AI DOMICILIARI

Nello specifico, a conclusione di una perquisizione domiciliare, il fiuto di “Attila” (questo il nome del cane antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Sarno che ha partecipato all’operazione) veniva attirato dall’odore della canapa coltivata nel giardino di un’abitazione poco distante. Quindi, sfruttando il fiuto del cane pastore dalla singolare e rara livrea completamente nera, è stato ispezionato il giardino dove “Attila” ha letteralmente trascinato il suo conduttore, fino a scovare la coltivazione di 5 piante di canapa indica di oltre due metri e mezzo d’altezza, che sono state sottoposte a sequestro unitamente a 2 rami di circa un metro posti ad essiccare. Alla luce delle evidenze emerse, per il 73enne proprietario del terreno è quindi scattato l’arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Benevento, è stato sottoposto ai domiciliari.

Leggi anche: Coronavirus, altri due casi in Provincia. Ecco dove

Continua su Avellino Zon

Letture Consigliate