Grottaminarda, rimpatriato con foglio di via senegalese



0
Grottaminarda

Controlli dei Carabinieri a Grottaminarda per contrastare illegalità e abusivismo commerciale. Rimpatrio per senegalese colto a vendere senza autorizzazioni

 

Grottaminarda continua la sua battaglia contro l’illegalità diffusa e l’abusivismo commerciale, vera e propria piaga del momento.

Grazie all’incremento dei servizi predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, che ha visto rafforzarsi i controlli tesi a contrastare questi due fenomeni(illegalità diffusa e abusivismo commerciale, appunto), si stanno vedendo sempre più risultati positivi, fortunatamente.

L’impegno profuso dal personale operante e la collaborazione dei cittadini che puntualmente segnalano la presenza di persone sospette nei pressi delle loro abitazioni, hanno consentito di stilare un bilancio senz’altro positivo.

RIMPATRIATO UN SENEGALESE, VENDITORE DI PORTAFOGLI,BRACCIALI, CINTURE SENZA AUTORIZZAZIONE ALCUNA

Dal comunicato inviatoci da “Legione Carabinieri Campania – Comando Provinciale Avellino” si legge che :

“Nell’ambito di tali controlli, i della Stazione di Grottaminarda hanno sorpreso lungo le vie cittadine un giovane senegalese intento a vendere senza le prescritte autorizzazioni portafogli, bracciali, cinture ed oggetti vari.

Oltre alla prevista sanzione pecuniaria, per lo straniero, domiciliato a Foggia, è scattata la proposta per l’emissione della misura di prevenzione del Rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio, attesa l’illiceità della condotta posta in essere che rendeva ingiustificata la sua presenza in quel Comune.

La merce è stata sottoposta a sequestro.”

Quindi Rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio per il giovane, colto sul fatto, come si suol dire. Misura drastica, ma necessaria per combattere un problema non da poco come quello dell’abusivismo commerciale.

L’Irpinia, così come tutto il territorio nazionale, sta mostrando negli ultimi tempi un grande interesse verso la lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale.

A tal proposito si ricorda l’iniziativa di luglio scorso quando, nel corso dell’Action Day, vennero controllate 25.556 persone.

Da questi controlli scattarono 15 arresti, 886 denuncie e 1436 sanzioni amministrative. Complessivamente si segnalarono anche 622 sequestri penali e 1317 sequestri amministrativi.

Leggi anche : https://avellino.zon.it/montella-smascherata-organizzazione-criminale-dedita-alle-truffe/

Leggi anche