Guardia di Finanza, ingente sequestro di maschere di Halloween

0

Nella sua ultima operazione, la Guardia di Finanza di Avellino ha messo sotto sequestro migliaia di prodotti importati dalla Cina, relativi alla festa di Halloween

Centinaia di migliaia di prodotti sono stati sottoposti a sequestro dalla Guardia di Finanza di Avellino, nell’ultima operazione effettuata per tutelare la salute dei cittadini irpini.

Visto l’approssimarsi dei festeggiamenti relativi ad Halloween, i Finanzieri della Compagnia di Avellino hanno intensificato le attività di contrasto alla vendita di merce importata dalla Cina e non aderente alla normativa nazionale in materia di sicurezza dei prodotti, dedicando maggiore attenzione alla tutela della salute di quella fetta di popolazione maggiormente interessata alla particolare ricorrenza delle zucche intagliate.

Guardia di Finanza

I controlli effettuati hanno interessato alcuni esercizi commerciali, gestiti da cittadini di nazionalità cinese situati in Torrette di Mercogliano e Monteforte Irpino, portando al ritrovamento di 838.516 articoli di vario genere esposti sugli scaffali e pronti per essere venduti ai clienti. La merce tolta dal mercato è composta da varie tipologie di prodotti: chincaglieria, gadget di diversa natura, articoli dedicati ad Halloween. In particolare, ammontano a circa 3000 maschere, accessori da indossare e articoli da arredamento (le tipiche lampade a forma di zucca) sottoposti a sequestro, perchè contenenti elementi chimici altamente dannosi per chi li indossa o elementi elettrici non sicuri.

I soggetti responsabili sono stati segnalati alla Camera di Commercio avellinese, per le relative sanzioni. Il notevole risultato conseguito si inquadra nel più generale dispositivo di contrasto ai traffici illeciti, eseguito costantemente dalle pattuglie di tutti i reparti della Guardia di Finanza posti a salvaguardia della legalità nella provincia avellinese e ribadisce nuovamente l’attenzione che le Fiamme Gialle irpine riservano anche alla salute quotidiana dei cittadini.